Grand Hotel di Rimini, Advance investe 10 mln per la ristrutturazione

22/01/2003




Mercoledí 22 Gennaio 2003
Grand Hotel di Rimini, Advance investe 10 mln per la ristrutturazione
MARIA TERESA SCORZONI


BOLOGNA – Dieci milioni di euro di investimenti e l’obiettivo di rendere la vita degli ospiti sempre più dolce: il Grand Hotel di Rimini torna al liberty degli originari splendori e rivoluziona arredi, parco, spiaggia, nonché una parte delle camere, per riposizionarsi ai piani più alti delle classifiche dell’ospitalità alberghiera. Sono questi i progetti di Advance Hotel, la società che ha acquistato per 25 milioni di euro, a settembre 2002, la quota di maggioranza dell’albergo preferito da Federico Fellini. «Vogliamo riqualificare l’azienda – spiega Casto Jannotta, uno dei soci fondatori di Advance Hotel – partendo dalla centralità del servizio come valore fondamentale, diffondendo, in un momento difficile per l’industria turistica, un segnale forte di fiducia. Come primo passo risistemeremo le parti comuni e anche gli undicimila metri di spiaggia diverranno più eleganti, con tende e lettini in tek. Per ridisegnare il volto dell’hotel abbiamo visionato filmati d’epoca perchè la costruzione liberty è del 1908. Abbiamo fatto anche ricerche storiche e fotografiche e dato l’incarico, per gli arredi, ad Haas». Il Grand Hotel di Rimini non è l’unica partita che Advance Hotel sta giocando. Dalla nascita, nel 2001, il gruppo ha in gestione otto alberghi. In cantiere c’è la realizzazione di altri 13 alberghi (12 in Italia e uno a Budapest) entro il 2007. A costruirli non sarà direttamente Advance, che si propone come gestore di queste nuove strutture, ma diversi imprenditori che ne manterranno la proprietà.