Grado. Alberghi, camerieri cercansi

18/07/2002


18 luglio 2002





In alcuni hotel sono i proprietari a dedicarsi a cucina, servizio ai tavoli e pulizia delle stanze
Alberghi, camerieri cercansi

Non si trovano giovani (o anziani) disposti a fare questo lavoro

Scarseggiano camerieri ai piani e di sala. È questa la situazione che si è creata questa estate. In diverse strutture ricettive si lamenta la carenza di personale di sala e per le camere. E non si riescono a trovare nè giovani nè anziani disposti a farlo. Evidentemente, in particolar modo i giovani, si cercano lavori alternativi, pensando che siano meno pesanti e meglio remunerati. Certo è che, al di là di tutte le argomentazioni, considerazioni e ipotesi, alcuni alberghi in piena stagione estiva stanno ancora cercando personale.Tanto che, per il momento, i titolari di un paio di strutture stanno espletando questi compiti.
Se Grado è nota per la qualità dei servizi è indubbiamente anche merito di questo tipo di personale che con la sua assenza rischia di mettere in crisi il migliore livello dell’offerta. La situazione non è drammatica, ma è seria. E si affianca a ulteriori segnali che hanno interessato altri settori, come quelli balneari, dove scarseggia personale addetto ad alcune tipologie di servizi.
L’Istituto professionale alberghiero di Grado (che pare destinato ad essere provvisoriamente trasferito a Monfalcone) potrebbe fungere da serbatoio per gli alberghi gradesi. Ma bisognerà aspettare che gli studenti terminino il loro ciclo di studi. E non solo per quanto concerne i camerieri, ma anche per il personale di cucina e di ricevimento.
Tutte professioni molto importanti che qualificano il turismo e che, nonostante quanto si può pensare, possono offrire grandi soddisfazioni, anche finanziario. Ma come in tutti i campi per ottenere risultati sono necessari studio, pratica, capacità, dedizione e amore per questa particolare professione. I turisti si accorgono subito del trattamento riservato. Per Grado è un biglietto da visita non di poco conto da presentare in Italia e all’estero.
Insomma tutti, dal più piccolo al più grande, dal meno qualificato a chi riveste mansioni più importanti, concorrono a formare la qualità dei servizi turistici. E i camerieri di sala e quelli dei piani sono fra questi.
Fra l’altro, come riportato dai giornali nei giorni scorsi, alcune Regioni e Comuni intervengono direttamente a sostegno delle attività, per le spese del personale, purché queste forniscano i servizi al cliente. Il riferimento è in particolare all’allungamento della stagione e per evitare che durante l’inverno gran parte degli operatori chiudano l’attività per andarsene in prolungate ferie. In quelle regioni, così come nella nostra e nel caso particolare a Grado, il turismo c’è per tutto l’anno, anche se in minor misura.
a. d. g.