“Governo” Martone: rischiano una maximulta

17/07/2006
    sabato 15 luglio 2006

    Pagina 15 – Economia

      IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONI SCIOPERI: �IN PERICOLO LA PUBBLICA UTILIT�

      Martone: hanno esagerato
      Rischiano una maximulta

        �Se qualcuno si sottrae
        alla precettazione rischia
        una contravvenzione
        da 516 euro al giorno
        Attenzione: le denunce
        possono farle Comuni
        o associazioni di utenti�

          ROMA
          Antonio Martone, lei presiede da molti anni la Commissione di garanzia sugli scioperi nei pubblici esercizi. Che opinione si � fatta: i tassisti hanno esagerato?

            �Nelle modalit� di attuazione degli ultimi scioperi, certamente s�. Hanno commesso un’infrazione molto grave perch� hanno interrotto un servizio di pubblica utilit�. Indispensabile�.

            Ma il taxi non � mica l’autobus o la metropolitana. Perch� �servizio indispensabile�?

              �Ci sono categorie di persone che di questo mezzo non possono fare a meno: i malati, gli anziani, i diversamente abili. E anche tutti gli altri nelle ore notturne�.

              Ma i tassisti sono imprenditori privati.

                �E con questo? Prestano comunque un servizio pubblico e devono attenersi alle regole che governano gli scioperi in questo comparto: preavviso di dieci giorni e garanzia delle prestazioni essenziali�.

                Per quanto � accaduto nei giorni scorsi c’� un procedimento in corso?

                  �Ovviamente s�. La commissione che io presiedo ha gi� segnalato un’infrazione alle regole e lo ha fatto con una delibera del 5 luglio scorso. Ora le parti interessate hanno trenta giorni per controbattere ai nostri rilievi. Lo sciopero che invece hanno proclamato per il 25, essendoci un tempo congruo di preavviso come stabilito dalla legge, � del tutto regolare�.

                  La commissione agisce d’ufficio o deve attendere denuncia?

                    �Il disservizio normalmente viene segnalato dalle amministrazioni cittadine, dopo di che noi indaghiamo e verifichiamo se ci sono state delle violazioni. Ma denunce possono essere presentate – come � gi� avvenuto – anche dalle associazioni degli utenti che possono perfino costituirsi parte lesa chiedendo i danni�.

                    Se le cose dovessero mettersi male il governo ha fatto balenare una precettazione. Intanto per� ci � andato vicino: ai prefetti � giunto l’ordine del Viminale di impedire il blocco della circolazione. Non � lo stesso?

                      �Forse come effetto s�, ma formalmente � una cosa diversa. La decisione del Viminale � motivata da esigenze di ordine pubblico. Non riguarda la correttezza degli scioperi�.

                      Grandissimo fumo, pochissimo arrosto, dice qualcuno a proposito dell’azione della vostra commissione. Quali sanzioni si abbatteranno su chi non dovesse attenersi alle regole?

                      �� vero il contrario: l’arrosto delle sanzioni c’�, eccome�.

                      Esempio?

                        �Ne potrei fare molti, proprio nel settore del trasporto pubblico. A febbraio ci fu un contenzioso con gli assistenti di volo e la commissione, dopo gli opportuni accertamenti e una regolare istruttoria, ha comminato una multa da 15 mila euro ai sindacati. Lei dir� che non � una cifra enorme. Ma noi contiamo molto sull’impatto che una condanna ha sull’opinione pubblica. Per un sindacato � una cosa importante�.

                        Ammende ai sindacati ma non ai singoli responsabili?

                          �Sia agli uni che agli altri. Se i tassisti si sottraessero a un’ingiunzione di precettazione incorrerebbero in una multa di 516 euro al giorno. Che non � poca cosa�.