“Governo” Filcams Cgil: «Allarmismi inutili»

19/07/2006
    mercoled� 19 luglio 2006

    Pagina 2 – Primo Piano

    IL SINDACATO
    Per la Filcams Cgil l’assetto giuridico non � cambiato e il monopolio � inalterato

      �Allarmismi inutili, il decreto del Governo cerca solo di rinnovare la distribuzione�

        MILANO — I proprietari di farmacia difensori della pluralit�, contro le multinazionali.

        Cosa replica la Filcams Cgil, il sindacato che rappresenta i dipendenti?

          �Per noi, il decreto del Governo, pur con qualche limite, per la prima volta, cerca di rinnovare la distribuzione del farmaco�.

          Ma a Federfarma parlano di oligopolio della produzione, distribuzione e vendita, da parte delle multinazionali.

            �Ritengo che questi allarmismi siano ingiustificati. Riguardo l’assetto giuridico della farmacia nulla cambia. Solo un farmacista pu� essere titolare di licenza e ogni farmacista pu� avere la titolarit� di una sola farmacia. Per cui trovo strana l’ipotesi dell’entrata delle grandi multinazionali in questo campo�.

            Decreto Bersani, lei ha ipotizzato "qualche limite". Quali sono i limiti?

              �Il Decreto non apre la possibilit� a chiunque di avere una farmacia. Per completare il percorso, dovrebbe esserci anche questa opportunit�. � vero che ha smantellano dei residui feudali, ma si mantiene un sistema di concorso ottocentesco. Come sindacato, auspico che con la Federfarma ci sia l’opportunit� di una discussione. Noi non vediamo nel Decreto aspetti punitivi, vogliamo invece che si metta in moto il rinnovamento del settore�.

              Loro non la vedono cos�.

                �Tutte le riforme producono grandi discussioni. Bisogna ricondurre le questioni al buon senso�.

                Scioperano i titolari e i dipendenti non sono tutti d’accordo.

                  �Federfarma ha usato la parola "serrata" e l’ha usata a sproposito. Nel nostro ordinamento questa parola non esiste, anzi � vietata. Nonostante ci�, abbiamo invitato Federfarma a dare l’opportunit� ai dipendenti di poter comunque lavorare. Il titolare pu� fare quello che vuole, ma non impedire a una persona di svolgere la sua attivit�. Noi abbiamo invitato tutti i lavoratori a presentarsi normalmente�.

                  S�, ma se la chiave l’ha in tasca il proprietario…

                    �Noi abbiamo l’arma della giurisprudenza e ci teniamo disponibili a tutelare i lavoratori�.
                    A Federfarma hanno garantito la retribuzione della giornata (ndr.).

                      Secondo lei i farmacisti allora devono stare tranquilli?

                        �I titolari non hanno da lamentarsi troppo, il monopolio resta inalterato, come ho detto�.

                        A livello nazionale la Filcams propone l’aumento del numero delle farmacie.

                          �S� basandosi non pi� su un rapporto di una farmacia ogni 5mila abitanti, ma di una ogni 2mila�.

                          Oltre alla Filcams Cgil, ci sono Fisascat e Uiltucs. Assieme rappresentano i 35mila dipendenti delle 16mila farmacie private e i 5mila delle mille pubbliche ed ex pubbliche, in tutto il Paese.

                            A.O.