“Governo” Cgil: niente passi indietro sulle liberalizzazioni

17/07/2006
    sabato 15 luhlio 2006

    Pagina 6 – Economia

    La Cgil al Governo
    Niente passi indietro sulle liberalizzazioni

    La Cgil invita il governo a non fare passi indietro sulle misure a favore delle liberalizzazioni contenute nel �pacchetto Bersani�.

    �Ci teniamo molto a sollecitare l’esecutivo a mantenere coerenza e saldezza rispetto alla non modifica del pacchetto Bersani sulle liberalizzazioni�, ha detto il segretario confederale della Cgil, Marigia Maulucci, nel corso dell’audizione sul Dpef alla Camera. �Ci sembra ovvio e scontato – ha aggiunto – che le categorie che si sentono danneggiate protestino, ma noi vogliamo sollecitare il governo a non cedere, a tenere ferma la sua posizione sia perch� contribuisce al rilancio dell’economia, sia perch� questi interventi segnano una riduzione delle tariffe e dei servizi e possono contribuire non poco a sostenere il potere d’acquisto di salari e pensioni�.

    L’altro giorno la Cgil aveva dichiarato il suo allarme �per l’escalation messa in atto dalle lobby di categoria sulla nuova tassazione degli immobili prevista dalla manovra bis�. �Il ripristino sostanziale della precedente normativa – ha deninciato la Cgil – a cui puntano ormai apertamente esponenti di primissimo piano della finanza italiana, rappresenterebbe un inaccettabile cedimento destinato ad avere pesantissime ripercussioni sul rapporto governo-sindacati in vista del difficile confronto sulla prossima legge finanziaria�.