Girotondo di cento operatori contro la delibera regionale

03/03/2010

NAPOLI – Cento musei presentano ricorso al Tar contro la delibera regionale che ha tagliato i fondi per la cultura. Girotondo ieri mattina intorno al museo Madre di cento operatori museali campani. A guidare il movimento di "girotondini" Vincenzo Pepe, presidente della Fondazione Gianbattista Vico. «Chiediamo dignità, equità e trasparenza – dice Pepe – Con i Por 2007-2013 la Regione ha dato 41 milioni al Teatro Festival e 20 al Madre e taglia i 3 milioni per gli 85 musei regionali». A curare il ricorso al Tar è l´avvocato Luciano Costanzo: «Chiederemo la sospensione della delibera, contraddittoria, illogica e con difetti di motivazione». Solidarietà arriva dal consigliere comunale del Pdl, Luciano Schifone.
Accanto al girotondo i lavoratori della Pierreci Codess, in stato di agitazione per il taglio dei finanziamenti della Regione per la gestione ordinaria del Madre. A rischio 60 posti di lavoro, con i lavoratori anche la Filcams Cgil Campania.
«Sono due problemi diversi – controbatte Eduardo Cicelyn, direttore del Madre che assiste al girotondo davanti al portone chiuso del museo – i fondi a cui fa riferimento Pepe sono fondi europei, che noi abbiamo avuto perché abbiamo presentato precisi progetti. I lavoratori invece sono in agitazione perché nel 2009 il museo ha avuto 2,7 milioni per la gestione ordinaria, quest´anno la Regione ha stanziato 1,7 milioni e questo significa inevitabili tagli di personale. Comunque i fondi non sono intercambiabili».