Giro d’affari Cit oltre i 500 mln

22/01/2003

ItaliaOggi (Turismo)
Numero
018, pag. 14 del 22/1/2003
Giorgio Bertoni


Il cda vara le cifre di bilancio. Al via i colloqui per acquisire il tour operator francese Frantour.

Giro d’affari Cit oltre i 500 mln

Fatturato cresciuto del 35% e indebitamento in calo del 30%

Lo aveva preannunciato, pur in termini generici, in sede di ipo, a novembre; lo aveva confermato lunedì il neo amministratore delegato, Giovanni Natali in anteprima a ItaliaOggi: il gruppo Cit sta risalendo rapidamente la china dei conti, riducendo sensibilmente i costi, incrementando i ricavi e proseguendo nell’imponente operazione di rilancio, che passa non solo attraverso l’affinamento delle sinergie di gruppo, ma anche attraverso una serie di importanti acquisizioni: ultime, in ordine di tempo, quella dell’80% di Italiatour da Alitalia e l’avvio delle trattative per la Compagnie tourisme Frantour dall’alleato francese Accor.

Le cifre del sensibile miglioramento sono state varate lunedì sera: il giro d’affari aggregato ha registrato una crescita superiore al 10%, a 505 milioni di euro, ´sostanzialmente in linea con le attese’, mentre il fatturato consolidato (oltre 300 milioni di euro) ha avuto una crescita di oltre il 35%: un dato importante, anche se poco confrontabile con quello precedente, che invece aveva visto una sensibile contrazione, effetto dei tragici fatti dell’11 settembre 2001. In netto miglioramento anche la posizione finanziaria: essa resta negativa, ma migliora di oltre il 30%, sia grazie all’ipo di novembre, sia grazie alla riduzione strutturale dell’indebitamento, che si attesta a 63 milioni di euro.

Come detto, la Compagnia italiana turismo ha in corso due importanti acquisizioni. È cosa fatta l’acquisizione dell’80% di Italiatour (si veda ItaliaOggi di ieri) da Alitalia, anche se devono essere definiti gli ultimi dettagli; dopodiché, come ha anche ricordato il neo a.d. Giovanni Natali, inizierà il cammino di integrazione del t.o., specializzato soprattutto nell’outgoing; un’integrazione che, contrariamente alla norma, vedrà crescere il numero di dipendenti, proprio per dare nuovo smalto e maggiore caratterizzazione al marchio.

È invece di ieri l’annuncio che, all’interno dell’accordo industriale con il gruppo francese Accor, Cit ha deciso di far valere il diritto di First refusal sull’eventuale vendita del marchio Frantour e delle società Compagnie tourisme Frantour (Frantour France) e Frantour Espagne. ´Il cda’, afferma al propopsito una nota del gruppo, ´ha dato mandato al presidente Gianvittorio Gandolfi e al consigliere Guido Cefalù di iniziare le trattative e approfondire le tematiche inerenti le possibili acquisizioni, riportando al comitato esecutivo l’opportunità di procedere con l’acquisto dei beni in oggetto’. L’acquisizione si aggiunge a quelle, già portate a termine nel 2002, di Frantour Olanda, Frantour Belgio e Frantour Svizzera.