GIOVANI E SINDACATO UNA DISTANZA DA RIDURRE

07/10/2010

7 ottobre 2010

Giovani e sindacato una distanza da ridurre

Martedì 5 ottobre si è tenuto a Bologna il seminario nazionale dal titolo "Giovani, lavoro e sindacato. Dai risultati di una ricerca alle nostre iniziative" presentato dal Dipartimento Organizzazione della CGIL nazionale, al quale hanno partecipato anche diversi giovani della Filcams. Sono state presentate 4 ricerche curate dall’Ires sulla relazione giovani-lavoro-sindacato. I risultati delle ricerche hanno messo in evidenza una distanza significativa tra il sindacato e il mondo dei giovani. Ilaria Lani, responsabile politiche giovanili della CGIL, facendo la sintesi delle attività confederali su questo tema, ha sottolineato l’importanza di alcuni fattori quali l’orientamento dei giovani al sindacato e ai diritti, nonché la necessità di una politica di rinnovamento che la nostra organizzazione non può più rimandare. Al termine di un animato dibattito, il segretario organizzativo confederale Enrico Panini, ha concluso la giornata consegnando alla platea diversi spunti di approfondimento e di riflessione, parlando della necessità di un modello contrattuale inclusivo, dell’utilizzo delle sedi sindacali come luoghi di aggregazione e intercettazione dei giovani, nonché dell’importanza delle iniziative in collaborazione con le scuole e con i movimenti studenteschi. L’auspicio finale è stato quello di essere in grado di aprire i cortei della manifestazione del 27 novembre con i giovani, proprio per dare maggiore visibilità alle generazioni che oggi più di tutte soffrono le conseguenze della crisi economica e delle sconsiderate politica messa in atto dal Governo.