Giornate del lavoro – La ricomposizione del lavoro con la contrattazione: legalità, diritti, inclusione

21/09/2019
giornatelecce_big

È l’iniziativa che si è svolta il 21 settembre a Lecce in occasione delle Giornate del Lavoro organizzate dalla Cgil. Filcams, Fillea, Filt, Flai e Nidil insieme per parlare di legalità, diritti, contrattazione e inclusione

Dopo il video saluto del giornalista Paolo Borrometi, e l’introduzione di Ivana Galli, segretaria Nazionale Cgil, sono intervenuti sul palco 10 delegati e funzionari delle 5 categorie per raccontare storie virtuose di contrattazione inclusiva che hanno permesso, nonostante le difficoltà, di salvaguardare diritti e occupazione.

Per la Filcams Cgil, Roberta Griffini della Filcams Cgil Milano, ha raccontato il percorso che ha portato alla sottoscrizione di un accorto per i lavoratori dell’Hotel Principe di Savoia, oltre 500 dipendenti, sia dipendenti che “esternalizzati” e in appalto che, grazie alla contrattazione, hanno lo stesso contratto collettivo nazionale (quello turismo), l’applicazione di un contratto integrativo aziendale con un premio di produzione e il mantenimento delle migliori condizioni in essere a tutti quelli che lavorano nello stesso sito produttivo.

L’altra esperienza di contrattazione è stata raccontata da Cinzia Bernardini, segretaria nazionale di Filcams Cgil da pochi mesi. In Toscana, Cgil Cisl e Uil hanno sottoscritto un accordo confederale sugli appalti di servizi nella sanità della Regione, stipulato con l’Amministrazione Regionale e Estar (il soggetto aggregatore) che ha posto le basi per la contrattazione di anticipo e inclusiva.

Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno potuto avviare il confronto relativo al bando degli appalti delle pulizie e sanificazione che interessava più di 3mila dipendenti di tutti i presidi sanitari della Toscana garantendo tutela occupazionale e di reddito e il superamento delle difficoltà legate agli appalti del settore.

Giornate del lavoro 2019

A seguire, la giornalista Gabriella Cerami dell’Huffington Post ha coordinato il dibattito tra Pierangelo Albini Direttore Area Lavoro, Welfare, Capitale Umano Confindustria, Massimiliano Giansanti Presidente Confagricoltura, Guido Nicolini Presidente Confetra, Alessandro Ramazza Presidente Assolavoro, Carlo Zini Presidente Legacoop Produzione e Servizi, Don Luigi Ciotti Fondatore di Libera e Maurizio Landini Segretario Generale CGIL.