Giacomelli, vendita in vista

09/06/2004


        sezione: FINANZA E MERCATI
        data: 2004-06-09 – pag: 37
        autore: MY.L.
        Giacomelli, vendita in vista
        MILANO • Cinque buste. I commissari straordinari di Giacomelli — Elio Blasio, Antonio Bertani e Guido Tronconi — hanno aperto ieri le buste con le proposte di acquisto della società finita in amministrazione straordinaria. Hanno dunque avviato la procedura per la vendita di Giacomelli, gruppo attivo nella distribuzione di articoli sportivi. «Abbiamo ricevuto 5 offerte, anche se non possiamo rivelare per ora i nomi di chi le ha presentate — spiega Blasio —. Nei prossimi giorni procederemo alla verifica dei documenti e all’eventuale richiesta di documenti aggiuntivi qualora in alcuni casi non fossero stati presentati tutti quelli richiesti dal bando di gara. Poi informeremo il ministero delle Attività Produttive e il comitato di sorveglianza sull’esito delle offerte pervenute e valuteremo la possibilità di essere autorizzati dagli organi di vigilanza per chiedere proposte migliorative». La procedura per la vendita di Giacomelli, dunque, è iniziata. Ma non è ancora conclusa.
        Lunedì prossimo i commissari incontreranno infatti, presso il ministero delle Attività produttive, i sindacati. Poi si vedranno con i membri del comitato di sorveglianza. «Entro la fine di luglio dovremmo chiudere questa operazione e vendere Giacomelli», continua Blasio. In quel momento la procedura di amministrazione straordinaria si chiude dal punto di vista della gestione dell’azienda, ma continua per quanto riguarda la gestione liquidatoria. In pratica i commissari avvieranno tutte le azioni possibili per recuperare liquidità per soddisfare i creditori: revocatorie, azioni di responsabilità e quant’altro.
        L’obiettivo sarà di recuperare più liquidità possibile per soddisfare i creditori della società andata in default, inclusi i possessori del prestito obbligazionario da 100 milioni di euro lanciato nel 2002. Ancora è presto, però, per ipotizzare i tassi di recupero possibili.