Giacomelli, tre soluzioni all’esame dei commissari

03/11/2003



  economia e lavoro


01.11.2003
Giacomelli, tre soluzioni
all’esame dei commissari

MILANO Al 30 settembre scorso la posizione finanziaria netta di Giacomelli, il gruppo attivo nella distribuzione di abbigliamento sportivo in amministrazione controllata, era negativa per 181,5 milioni di euro. È quanto si legge in una nota che ricorda come inoltre «verso il sistema bancario esistano rate di debito scadute e non pagate per un importo complessivo di 61,1 milioni di euro, mentre alla stessa data i debiti verso fornitori ammontano complessivamente a 224,5 milioni di euro».
Per il giorno 9 novembre è previsto il deposito, presso il Tribunale
di Rimini, della relazione dei commissari giudiziali che stanno procedendo inoltre alla valutazione di manifestazioni di interesse di gruppi imprenditori italiani e esteri. Tali manifestazioni, si legge nella nota, sono finalizzate alla formalizzazione di un affitto d’azienda per le società ammesse ai benefici della procedura.
Tre sono le manifestazioni di interesse sinora giunte. Ultima in
ordine di tempo quella del finanziere francese Patrick Perrin che ha
presentato due giorni fa un’offerta assieme ad altri investitori del settore per rilevare l’ intero gruppo. La scorsa settimana il gruppo di Udine Bernardi, attivo nella vendita al dettaglio di abbigliamento, aveva presentato una proposta di affitto di tutti i punti vendita del gruppo Giacomelli (107 in Italia e 43 all’estero).
In precedenza Cisalfa Sport aveva presentato al tribunale di Rimini
una proposta di acquisto per circa 80 punti vendita Giacomelli in Italia.