Giacomelli, Tacchini fa retromarcia

23/02/2004


      Sabato 21 Febbraio 2004

      FINANZA E MERCATI
      Giacomelli, Tacchini fa retromarcia

      Mancato l’accordo sull’affitto del ramo d’azienda anche se non è escluso l’acquisto


      MILANO – Marcia indietro. Il Gruppo Sergio Tacchini ha deciso di ritirare la sua offerta di affitto del ramo d’azienda di Giacomelli Sport , finito in amministrazione straordinaria nel novembre scorso. «La decisione di interrompere l’operazione – si legge su una nota – è stata determinata dall’impossibilità di raggiungere un accordo con i commissari straordinari nei tempi previsti dalla proposta del gruppo Sergio Tacchini». In sostanza, secondo l’offerta di Tacchini, l’affitto dei negozi Giacomelli avrebbe dovuto iniziare il primo marzo. Ma questa data non è più realistica. E Sergio Tacchini ha deciso di fare un passo indietro. Lasciando, per l’affitto, solo il Gruppo Tacconi , interessato però al solo marchio Longoni Sport. La notizia è arrivata a pochi giorni dalla decisione dei commissari straordinari Elio Blasio, Antonio Bertani e Guido Tronconi sull’affitto dei rami d’azienda del Gruppo Giacomelli: passaggio preliminare e strumentale previsto dalla legge Prodi bis prima della vera e propria vendita. Fino a ieri mattina in pole position per l’affitto c’erano i gruppi Tacconi e Tacchini, interessati il primo al marchio Longoni e il secondo al brand Giacomelli. «A questo punto la rete di vendita Giacomelli sarà gestita dall’azienda – spiega il commissario Blasio -. Questo in attesa del programma di dismissioni, che speriamo di avviare prima possibile non appena ottenute le necessarie autorizzazioni». Già qualche giorno fa Blasio aveva infatti annunciato l’intenzione di procedere in modo spedito con la predisposizione dei bandi di gara per la vendita. A quel punto ci sarà una vera e propria gara, a cui potrà partecipare anche chi non ha provveduto ad affittare prima i rami d’azienda. Ed è per questo che il gruppo Tacchini, che ha fatto un passo indietro ieri, potrebbe rientrare in gara per l’acquisizione: «Seguiremo l’evolversi della situazione nei prossimi mesi – ha infatti dichiarato Sergio Tacchini – riservandoci ogni valutazione del caso».

      MY.L.