GIACOMELLI SPORT: DIALOGO INTERROTTO, STATO DI AGITAZIONE

26/06/2001

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa

26 giugno 2001

GIACOMELLI SPORT: DIALOGO INTERROTTO, STATO DI AGITAZIONE

Si è interrotto il dialogo tra la direzione della Giacomelli Sport spa e Filcams Fisascat Uiltucs per definire un accordo aziendale. I sindacati accusano l'azienda di non aver dato seguito agli impegni già assunti in incontri precedenti.

Tra questi l'acquisto di azioni, all'offerta pubblica di vendita in scadenza domani 27 giugno, da parte dei dipendenti a prezzi favorevoli, e la definizione di un accordo aziendale sul salario variabile.

I sindacati lamentano “l'indisponibilità a confrontarsi da parte dell'azienda per la definizione del premio di risultato” e il fatto che la direzione non abbia risposto alla sollecitazione sindacale per assegnare ai dipendenti azioni a un prezzo concordato più favorevole e questo nonostante che il prospetto di offerta pubblica di vendita riservi uno stock di azioni ai dipendenti.

Per questi motivi i sindacati proclamano lo stato di agitazione per tutta la rete dei negozi Giacomelli (76 per un migliaio di dipendenti) e convocano il coordinamento nazionale delle strtture e dei delegati per il 20 luglio, dove “in carenza di adeguate risposte si riservano l'assunzione di ulteriori iniziative di lotta”.

La Giacomelli Sport spa è presente con una trentina di negozi anche in Polonia, Spagna, Francia, Belgio, Ungheria, Portogallo, Germania, Estonia e Repubblica Ceca.