Giacomelli sport corre sull’Espresso

07/01/2002



 
   


05 Gennaio 2002



 


PUBBLICITA’
Giacomelli sport corre sull’Espresso

P. A. – ROMA

L’Espresso del 10 gennaio, ora in edicola, è dedicato esclusivamente allo sport, a partire dalla controcopertina. Panorama del 10 gennaio è dedicato esclusivamente alle erbe e alla salute. Naturalmente non stiamo parlando di contenuti giornalistici, perché entrambi i settimanali sviluppano i temi normali e le rispettive politiche editoriali. Stiamo parlando di pubblicità.
Sia
L’Espresso, che Panorama hanno infatti stipulato contratti esclusivi con due clienti che hanno monopolizzato i due numeri di inizio d’anno. Per L’Espresso la parte del leone la fa Giacomelli, una catena di distribuzione riminese di articoli sportivi, in forte crescita. Tutte le pagine pubblicitarie del settimanale diretto da Guido Anselmi e Gianpaolo Pansa sono appaltate a Giacomelli, con una sola eccezione, due pagine della Repubblica (ma qui si gioca in casa, di promozione della campagna libri). Tutto il resto della pubblicità (una quarantina di pagine sulle 158 complessive) è di Giacomelli. Anzi si può dire che Giacomelli ha pubblicato l’intero catalogo dei suoi prodotti, con relativi prezzi in lire ed euro, utilizzando L’Espresso. L’immagine che rimbalza non è quella della pubblicità normale, dato che si è più spinti ad andare a guardare i singoli prodotti in offerta, le relative marche e loghi, i prezzi. Insomma si consulta la pubblicità proprio come un catalogo.
Per
Panorama, stesso discorso. Cambia solo il cliente. In questo caso si tratta di Aboca, azienda agraria di San Sepolcro (Arezzo). I suoi prodotti, dice la pubblicità, si possono trovare in farmacia e nelle erboristerie: si tratta di prodotti per la pelle, tonificanti, tisane per la notte e via naturalizzando. E anche lo stile pubblicitario di Aboca, anche se più bucolico di Giacomelli, è quello del catalogo dei prodotti che scorre lungo le 161 pagine del settimanale. La pubblicità dell’Espresso invita al fitness, all’azione, alla cura muscolare del corpo, mens sana in corpore sano. La pubblicità di Panorama invita al rilassamento, a dormire bene la notte, scacciando i pensieri, mens sana anche in questo caso. Coincidenza singolare, due settimanali che stipulano due contratti esclusivi e due aziende in crescita che sembrano addirittura far parlare tra loro i loro prodotti.
Gli esperti di pubblicità dicono che non si tratta di una novità. Questo modo di veicolare i prodotti era già stato praticato e lo stesso
Espresso aveva affidato alla Fiera di Milano e alla Fiera di Bologna le pagine pubblicitarie di due diversi numeri del giornale. Su la Repubblica di qualche giorno fa tutte le pubblicità a Blu. L’anno editoriale comincia così, con il giornalismo nel panino pubblicitario. Forse è la paura della crisi post New York che ci tira questi scherzi.