Giacomelli, semestre in profondo rosso

04/10/2002



          4 ottobre 2002


          FINANZA E MERCATI


          Giacomelli, semestre in profondo rosso


          MILANO – Profondo rosso nei conti Giacomelli Sport : la società di distribuzione di articoli sportivi ha chiuso il primo semestre 2002 con un passivo lordo di 20,2 milioni di euro su ricavi in crescita a 104,4 milioni. Il rosso era stato di 4,73 milioni dello stesso semestre di un anno fa. Il balzo del passivo è stato influenzato secondo la società «dall’accantonamento di 5 milioni di euro a fronte di eventuali passività derivanti dalla verifica fiscale effettuata alla controllata Giacomelli Sport Spa». L’Ebitda del primo semestre è stato pari a 0,93 milioni di euro contro i 4,36 milioni dei primi sei mesi del 2001. A metà luglio Gabriella Spada, presidente della società e moglie del vicepresidente Emanuele Giacomelli, aveva detto agli analisti che l’utile 2002 sarebbe stato in linea con quello del 2001 (2,16 milioni). La posizione finanziaria netta a fine semestre risultava negativa per 115,13 milioni di euro. Dopo la chiusura del semestre Giacomelli ha ceduto le partecipazioni detenute nelle consociate francese e tedesca per 3 milioni di euro, a fronte di un valore di libro di 6,4 milioni. Il cda ha inoltre conferito all’amministratore delegato il mandato per l’acquisto del 40% della Giacomellisport.com attualmente detenuto da Emanuele Giacomelli. Per quest’operazione è stato fissato un corrispettivo pari a 2,6 milioni di euro. I dati sono stati comunicati a Borsa chiusa; il titolo aveva perso ieri il 3,38% a 0,5697 euro, toccando il nuovo minimo assoluto. Le azioni, collocate nel 2001 a 2,25 euro, valevano 2,4 euro ancora a metà aprile 2002.