Giacomelli, più ricavi ma il titolo precipita

19/09/2002



            19 settembre 2002


            ITALIA-ECONOMIA
            Giacomelli, più ricavi ma il titolo precipita


            MILANO – Continua ad agosto il trend positivo del gruppo Giacomelli Sport. I ricavi di vendita realizzati nel mese – si legge in un comunicato – rispetto allo stesso mese del 2001 sono infatti cresciuti dell’87% a 33 milioni di euro. In particolare, in Italia le vendite sono cresciute per il marchio Giacomelli Sport del 14% (+8% a parità di superficie di vendita) e per il marchio Longoni Sport del 13% (+8% a parità di superficie di vendita). Piazza Affari mostra però ancora scetticismo nei confronti del titolo della società commerciale. La quotazione della Giacomelli Sport è infatti ai minimi dall’esordio, avvenuto il 4 luglio del 2001 a un collocamento di 2,25 euro per azione. Il titolo quotato nel segmento Star è figurato ieri tra i peggiori della seduta: nel corso delle contrattazioni ha chiuso a 0,91 euro (-5,56%), ma il prezzo di riferimento è sceso fino a 0,88. Dall’inizio dell’anno il titolo Giacomelli ha accumulato una perdita superiore al 51%, con un risultato decisamente peggiore rispetto all’indice di riferimento che ha limitato il disavanzo in un modesto -3,6 per cento. Secondo le stime degli analisti, dopo l’acquisizione della catena Longoni, forte di una ventina di negozi, Giacomelli ha consolidato la leadership di mercato in Italia con una quota intorno al 14% delle vendite al dettaglio, superando il gruppo Cisalfa accreditato di una quota intorno al 12,5 per cento. Giacomelli ha da anni investito sull’estero ed è oggi presente con megastore in una decina di Paesi europei.
            R.E.