Giacomelli, Musumeci alla presidenza

07/07/2003



        Sabato 05 Luglio 2003
        FINANZA E MERCATI
        Giacomelli, Musumeci alla presidenza

        Ok dell’assemblea della holding all’amministrazione controllata, il Tribunale deciderà il 22 luglio


        MILANO – Parte dalla nomina del nuovo Consiglio, di cui Enrico Musumeci è il neo-presidente, e dalla richiesta di amministrazione controllata anche per la holding una nuova, delicata fase del gruppo Giacomelli. Ieri infatti l’assemblea d ella holding Giacomelli Sport Group, in sede straordinaria, ha deciso all’unanimità di delegare agli amministratori i poteri per la presentazione della domanda di amministrazione controllata. Una scelta difficile, ma necessaria, hanno spiegato ieri gli amministratori uscenti, per consentire la ripresa delle consegne da parte dei fornitori e più in generale la continuità dell’attività del gruppo, evitando «il deperimento di un rilevante avviamento commerciale». La procedura, che dovrà passare al vaglio del cda prima di approdare in tribunale, arriva dopo che a giugno era già stata avanzata la stessa richiesta anche per le altra società del gruppo, ovvero Longoni Sport spa e Natura e Sport srl. Ora la parola passa ai giudici. La richiesta per Giacomelli Sport Group dovrà essere necessariamente presentata entro il 22 luglio, perché per quella data il tribunale aveva già fissato un udienza relativa all’istanza di fallimento presentata invece dai creditori nei confronti della capogruppo. Ma gli appuntamenti giudiziari di Giacomelli non finiscono qui. Entro il 28 luglio infatti il perito del tribunale Paolo Bastia dovrà determinare se esistono gli estremi per procedere all’amministrazione controllata questa volta di Longoni e Natura Sport o se invece si debbano accogliere le istanze di fallimento presentate nei confronti della prima società. Inoltre ieri in sede ordinaria i soci del gruppo di abbigliamento sportivo hanno nominato il nuovo Cda, composto da cinque membri – di cui tre indipendenti – che rimarrà in carica fino all’approvazione del bilancio 2003. Lasciano il board la presidente Gabriella Spada e l’ad Stefano Pozzobon mentre resta nel nuovo cda il fratello dell’ex presidente, Mario Spada, ed entra anche Maurizio Dorigo, già presente nei consiglio delle controllate Giacomelli Sport. I due nuovi "consiglieri di garanzia", oltre al neo-presidente Musumeci (per anni a.d. di Fiamm) sono invece Alberto Scauri e Franco Taddei. Il Consiglio nei prossimi giorni provvederà infine ad identificare il nuovo a.d. Ma intanto l’advisor di Giacomelli, Caretti e Associati, ha sottolineato l’alto profilo e la preparazione finanziaria dei nuovi manager (Scauri è stato per anni responsabile della tesoreria di Montedison e poi Cfo di Pirelli, mentre Taddei ha passato dieci anni in Sopaf). Nel corso dell’incontro non è stato fatto cenno a nuovi soci interessati ad entrare nel capitale di Giacomelli, ma secondo fonti vicine al gruppo, la società sta concentrando i propri sforzi verso una pluralità di soggetti italiani ed esteri pronti ad acquisire una quota di controllo della società stessa. Come avverrà l’ingresso di questo cosiddetto «cavaliere bianco» però non è stato, ma sembra ormai certo che si tratti di un’operazione di private equity e non di un’investimento industriale. Ulteriori dettagli potrebbero arrivare il 18 luglio, quando in seconda convocazione i soci di Giacomelli sono chiamati ad approvare un aumento di capitale fino a 50,37 milioni di euro. Intanto ieri a Piazza Affari il titolo, dopo alcune sedute in positivo, ha lasciato sul terreno il 2,4% a 0,24 euro per azione.
        A.ZA.

        sabato 5 luglio 2003

        I soci danno il via libera alla domanda per l’amministrazione controllata
        Musumeci è il nuovo presidente
        del gruppo Giacomelli Sport

        MILANO Ernesto Musumeci è il nuovo presidente di Giacomelli Sport Group. Lo ha indicato il consiglio di amministrazione riunito dopo l’assemblea dei soci. Lasciano la presidente Gabriella Spada e l’amministratore delegato Stefano Pozzobon mentre resta nel nuovo cda il fratello dell’ex presidente, Mario Spada, ed entra Maurizio Dorigo. A questi ultimi due, entrambi già presenti nei consiglio delle controllate Giacomelli Sport, Longoni Sport e Natura&Sport, si affiancano due soggetti indipendenti, slegati dall’azienda di abbigliamento
        sportivo: Alberto Scauri, che ha lavorato
        in Montedison e Pirelli, e Franco Taddei, per 10 anni in Sopaf. Musumeci – si legge in una nota – è stato amministratore delegato di Fiamm Group e ha ricoperto incarichi alla Mondadori e in Olivetti.
        In sede straordinaria l’assemblea ha inoltre conferito al Cda i poteri per l’eventuale presentazione di istanza di amministrazione controllata per la holding Giacomelli
        Sport Group, in linea con quanto già fatto per le tre controllate. La domanda dovrebbe essere discussa
        dal tribunale in concomitanza dell’udienza del 22 luglio per l’istanza di fallimento presentata dai creditori nei confronti della capogruppo.
        Il 18 luglio si terrà infine in seconda convocazione l’assemblea straordinaria della società, in forte
        difficoltà finanziaria, per un aumento di capitale fino a 50,37 milioni di euro. La ricapitalizzazione potrebbe
        sancire l’ingresso nell’azionariato di un cavaliere bianco, individuato fra i gruppo del settore, italiani
        ed esteri, interessati a rilevare l’azienda.
        Di Giacomelli fa gola soprattutto la rete distributiva.



        Data pubblicazione:05-07-2003

        Giacomelli Sport rinnova il Cda Gabriella Spada lascia la presidenza

        RIMINI – Ernesto Musumeci è il nuovo presidente di Giacomelli Sport Group. Lo ha indicato ieri il Consiglio di amministrazione riunito dopo l’assemblea dei soci che a Rimini ha rinnovato appunto lo stesso consiglio. Lasciano il board il presidente Gabriella Spada e l’amministratore delegato Stefano Pozzobon, mentre resta nel nuovo Cda il fratello dell’ex presidente, Mario Spada, ed entra Maurizio Dorigo. A questi ultimi due, entrambi già presenti nei consigli delle controllate Giacomelli Sport, Longoni Sport e Natura&Sport, si affiancano due soggetti indipendenti, slegati dall’azienda di abbigliamento sportivo: Alberto Scauri, che ha lavorato in Montedison e Pirelli, e Franco Taddei, per 10 anni in Sopaf. "Musumeci vanta un’esperienza di amministratore delegato in Fiamm Group e ha ricoperto incarichi alla Mondadori e in Olivetti" spiega il gruppo in una nota. In sede straordinaria l’assemblea ha inoltre conferito al Cda i poteri per l’eventuale presentazione di istanza di amministrazione controllata per la holding Giacomelli Sport Group, in linea con quanto già fatto per le tre controllate. Ora si attende il 18 luglio, quando si terrà in seconda convocazione l’assemblea straordinaria della società, in forte difficoltà finanziaria, per sancire un aumento di capitale fino a 50.37 milioni di euro. Ricapitalizzazione che potrebbe sancire l’ingresso nell’azionariato di un ‘cavaliere bianco’ individuato fra i gruppi del settore italiani ed esteri interessati a rilevare l’azienda. L’annuncio del cambio della guardia nel Cda è stata fornito a Borsa già chiusa e i primi effetti potranno essere dunque valutati solo nei prossimi giorni. Intanto oggi il titolo è sceso a 0.244 euro, con una perdita del 2.40%.