Giacomelli chiude magazzino on line

01/04/2003

            martedì 1 aprile 2003

            Giacomelli chiude magazzino on line
            Cgil Cisl Uil: confronto sulle prospettive

            MILANO Sindacati preoccupati sulle prospettive della
            Giacomelli Sport, dopo la decisione di chiudere il
            magazzino per le vendite on line e lo slittamento del
            pagamento degli stipendi dei dipendenti dell’ex
            Longoni Sport. A prendere posizione sono state le
            organizazzioni sindacali Filcams, Fisascat e Uiltucs,
            che hanno chiesto alla proprietà di «aprire un
            confronto serrato sul futuro dell’azienda».
            «Alla fase di forte sviluppo – scrivono le tre
            organizzazioni – ne sta seguendo un’altra piena di
            contraddizioni. Nel fare una panoramica
            sull’andamento aziendale è emersa una forte
            preoccupazione sia sulle sue prospettive che sulla sua
            liquidità». A rendere il quadro ancora meno
            tranquillizzante ci si è messa poi anche la rinuncia
            all’incarico da parte del nuovo responsabile delle
            relazioni sindacali del gruppo.
            Se non arriverà in tempi brevissimi una risposta della
            proprietà – dicono i sindacati – verrà proclamato lo
            stato di agitazione con azioni di lotta in tutti
            magazzini.