Giacomelli, affari in famiglia

07/10/2002


 
SABATO, 05 OTTOBRE 2002
 
Pagina 35 – Economia
 
Giacomelli, affari in famiglia
 
 
 
 

Giacomelli Sport si è distinta nella seduta borsistica di ieri per una secca sospensione per eccesso di ribasso e per il meno 12% finale. Colpa del clima di generale pessimismo che domina il mercato azionario e di una semestrale non brillante, chiusa con un lieve incremento dei ricavi e un drastico crollo del risultato netto, negativo per quasi 20 milioni di euro. Il tutto condito da debiti in volo a 115 milioni. Ma nella semestrale c´è altro. C´è l´annuncio di un´operazione straordinaria per la quale il consiglio ha dato mandato all´amministratore delegato: l´acquisto di una quota del 40% di Giacomellisport.com per 2,6 milioni di euro. Niente di strano, se non fosse che la Giacomelli controlla già il 60% di Giacomellisport.com. E che il restante 40% è di proprietà di una persona fisica, che di nome fa Emanuele e di cognome Giacomelli. Cioè il vicepresidente della stessa società. Insomma: Giacomelli – la cui proprietà fa capo per almeno il 40% a fondi e piccoli investitori – compra una partecipazione del tutto ininfluente ai fini del controllo di una società che già controlla saldamente, e la compra da uno dei suoi massimi dirigenti (e azionisti). Che incassa e ringrazia. Ora, la Giacomellisport.com è certo importante per il business della capogruppo Giacomelli. E il prezzo pagato è sicuramente inferiore – come precisano le comunicazioni ufficiali – a quello stimato dai due «advisor indipendenti». Ma gli affari in famiglia, si sa, sono sempre antipatici. Quando i conti non vanno benissimo, e in Borsa il titolo affonda, lo sono ancora di più.