Gi Group, Manutencoop PSS, diffida 04/04/2013

Roma, 4 aprile 2013

Oggetto: APPALTO GI GROUP – MANUTENCOOP Private Sector Solutions SpA
Verbale di cambio appalto del 27 marzo 2013

VIA FAX

Spett. le

                              MANUTENCOOP
                              Private Sector Solutions SpA
                                Via Fratelli Rosselli, 14
                                  40069 Zola Predosa (BO)
                                  (Fax 051/4188601)


                              Spett. le
                              HYDRA Soc. Coop.
                              Pier Francesco Mola 39
                              20159 Milano (MI)
                              (Fax 0222478938)

                              ECOLOGY GROUP SRL
                              Via Peperate n. 25/6
                              33082 Azzano Decimo (PN)
                              (Fax 0434/641320)

                              Spett. le
                              PAGI SRL
                              Via Trento, 15
                              20021 Bollate (MI)
                              (Fax 02/38303405)

                              Spett. le
                              LA LUCENTEZZA SRL
                              Via dei Gerani, 6/b
                              70026 Modugno (BA)
                              (Fax 080/5377256)

                              Spett. le
                              VEBEGO CIP srl
                              Corso Santorre Di Santarosa, 42
                              12100 Cuneo (CN)
                              (Fax 0171/488049)

                              Spett. le

I.P.S. SRL
Via Coppino, 158

                                  TORINO (TO)
                                  (Fax 011/2168877)
                              Spett. le
                              POLISPLEND SRL
                              Prima Strada Z. I.
                              95121 Catania (CT)
                              (Fax 095/2937602)

                              E p. c. Spett. le

IDEA LAVORO Soc. Coop.
Via Ticino, 31
36077 Altavilla Vicentina (VI)

                                  (Fax 0444/348665)


Spett. le
GI GROUP SpA
Piazza IV Novembre, 5
20124 Milano
(Fax 02/66807343)

Il 27 marzo u.s. le scriventi OO.SS., a seguito di una comunicazione di richiesta di incontro trasmessa dalle stesse a tutte le parti interessate al cambio di appalto in oggetto e di successiva lettera con data e luogo della riunione, hanno formalizzato il verbale di cambio di appalto relativo alle attività afferenti i servizi di pulizia presso le filiali del Gruppo Gi Group ubicate in tutto il territorio nazionale.

All’incontro era presente la società cedente Idea Lavoro soc. Coop mentre, nonostante anche diversi precedenti contatti telefonici, è risultata assente la società subentrante Manutencoop PSS SpA e tutte le società a cui la suddetta aveva dichiarato di affidare i lavori in subappalto, tranne la soc. Ecology Group ArL

Tramite diversi colloqui telefonici intercorsi tra le parti, da Manutencoop PSS SpA era stata assicurata la firma di tutti i soggetti presenti nel verbale che ancora non avevano provveduto a ratificare l’intesa entro la giornata del 29 marzo 2013, e le scriventi Organizzazioni Sindacali avevano ribadito la assoluta necessità che anche Manutencoop PSS SpA sottoscrivesse detto accordo.

Al termine di detta giornata abbiamo dovuto prendere atto che ancora risultavano mancanti le firme di 3 imprese subappaltatrici ma, soprattutto ci veniva dichiarata la volontà di Manutencoop PSS SpA di non sottoscrivere il verbale di cambio appalto.

Posto che nei territori interessati le citate imprese subentranti stanno procedendo a formalizzare le assunzioni dei lavoratori, gli atteggiamenti sopra descritti e le condizioni conseguenti che si sono create rischiano di porre in pregiudizio le garanzie e le tutele per l’occupazione ed il reddito di tutte le lavoratrici ed i lavoratori coinvolti.

Di altrettanta gravità poi, appare, nel caso specifico, l’atteggiamento di Manutencoop PSS SpA nei confronti delle scriventi, con il rifiuto di sottoscrivere il verbale di cambio di appalto nell’imminenza dell’avvio dello stesso, previsto infatti a distanza di due giorni, dopo che di fatto, la medesima azienda, si era sottratta ad un confronto stabilito dalle norme del CCNL “per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multiservizi “ vigente nel settore ed applicato nel citato appalto.

Alla luce di quanto si è verificato siamo dunque con la presente a formalizzare la necessità, in ogni caso, dell’ assoluto rispetto delle condizioni previste dal verbale di cambio di appalto del 27 marzo 2013 e delle norme stabilite dal richiamato CCNL, vi diffidiamo pertanto ad attuare qualsiasi atto in contrasto con quanto sopra e comunque lesivo delle tutele previste per l’occupazione, il reddito e le condizioni di tutti i lavoratori interessati.

Le nostre strutture territoriali verificheranno la sussistenza di dette condizioni e qualora non fossero assicurati i citati diritti, provvederemo ad attuare ogni iniziativa possibile finalizzata alla tutela delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti

p. FILCAMS-CGILp. FISASCAT-CISLp.la UILTRASPORTI-UIL
(Elisa Camellini)(Alfredo Magnifico)(Marco Verzari)