Gi Group – Comunicato, 23 luglio 2009

FILCAMS CGIL FISASCAT CISL UILTUCS UIL

COMUNICATO SINDACALE
INCONTRO SINDACALE GI GROUP

Il 21-07-2009 si è svolto l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali Nazionali e l’Azienda per una verifica sulla situazione generale e sull’applicazione del contratto di solidarietà.
L’Azienda ha comunicato che la perdita di mercato è ancora mediamente del 30% con una leggera ripresa nel settore della Grande Distribuzione e della Sanità.
Pertanto la situazione è rimasta stabile per 175 filiali, è peggiorata per 18 e migliorata per 7; in ogni caso nessuna filiale è stata chiusa.
Per quanto riguarda i 55 lavoratori con contratto a termine in scadenza entro luglio, sono stati confermati al 50% con 17 proroghe e 6 trasformazioni a tempo indeterminato; restano 35 lavoratori in scadenza a settembre e 20 a fine anno e la loro situazione verrà monitorata in funzione dell’andamento del mercato.
Per quanto riguarda i lavoratori a tempo indeterminato ci sono state 7 adesioni volontarie alla mobilità rispetto ai 15 previsti dall’accordo.
L’Azienda ha anche rendicontato la formazione attuata da gennaio a luglio che è stata pari a 5.800 ore con il coinvolgimento di 299 persone.
Un ulteriore piano di formazione ci verrà presentato entro fine anno.
Per quanto riguarda le ferie residue, secondo il dato dell’azienda, si è proceduto a un forte abbattimento ed entro luglio e agosto è previsto il totale smaltimento.
Si può quindi fare un bilancio positivo dopo 3 mesi di applicazione del contratto di solidarietà, in quanto se pur partito con qualche difficoltà, ci ha consentito di salvare sostanzialmente l’occupazione contenendo la perdita economica per i lavoratori.
Nel mese di novembre è previsto un ulteriore incontro per fare una verifica sulla situazione del mercato e valutare se ci sono i presupposti per il ritorno ad un normale orario di lavoro che sia il Sindacato che l’Azienda si augurino che avvenga in tempi brevi.
Nell’incontro programmato verranno anche approfonditi i temi inerenti il premio ad obiettivo ed altri problemi che eventualmente i delegati sindacali faranno presenti a nome e per conto dei lavoratori.

Filcams Cgil

Fisascat Cisl

Uiltucs Uil

Roma 23 luglio 2009