Germania, McDonald’s blocca gli hamburger: sospetti su una fornitura

18/02/2002


Domenica 17 Febbraio 2002

Mucca pazza/ In Sicilia 60 sequestri
Germania, McDonald’s blocca gli hamburger:
sospetti su una fornitura

di GIOVANNI DEL RE

BERLINO – Niente BigMac, Cheeseburger e Hamburger Royal: in Germania torna la paura da mucca pazza, e colpisce per molte ore proprio il pi� celebre fast food che con gli hamburger ha fatto la sua fortuna: McDonald’s.
Tutta colpa dello scandalo divampato giorni fa nella Repubblica Federale intorno a laboratori privati, accusati di aver marchiato come esente dal morbo della mucca pazza carne sottoposta a test insufficienti. Intanto in Sicilia i Carabinieri hanno sequestrati 60 bovini macellati privi di certificazione.
L’allarme che ha sconvolto la MacDonald’s tedesca � scattato venerd�, ma se n’� avuta notizia solo ieri grazie alle rivelazioni – confermate poi dalla McDonald’s – di un giornale di Stoccarda. Alle tre del pomeriggio del 15 febbraio tutte le filiali del fast-food del paese si sono viste arrivare una circolare urgente della centrale tedesca della McDonald’s, a Monaco di Baviera: �Siamo stati informati – si legge nella lettera – che vi sono dubbi sui test di qualit� condotti su alcune partite di carne�.
Sospette in particolare alcune forniture, tutti i fast-food della catena che le hanno ritrovato nei propri magazzini hanno dovuto interrompere la vendita proprio dei prodotti pi� classici. Secondo la centrale di Monaco della McDonald’s tutta la carne sospetta � stata ora ritirata, ovunque l’offerta � tornata completa. Lo shock per i consumatori tedeschi per� � stato forte, solo alcuni giorni fa le autorit� sanitarie di vari l�nder avevano scoperto che numerosi laboratori privati, per incrementare i guardagni, accorciava i tempi tecnici dei test al di sotto dei limiti minimi, i risultati di analisi su centinaia di migliaia di capi di bestiame sono dunque pi� che dubbi.
Intanto a Catania i Carabinieri hanno sequestrato 60 bovini gi� macellati e privi della documentazuione sanitaria. Un sequestro che rientra nell’ambito di una vasta operazione contro il morbo della mucca pazza che ha portato alla scoperta di 3 laboratori clandestini nei quali la carne veniva lavorate e conservata. Sequestrate inoltre 2 tonnellate di carne.