“Gdo” Oviesse avvia il re-naming

12/12/2006
    marted� 12 dicembre 2006

    Pagina 20 – Aziende e Affari

      Oviesse avvia il re-naming

        I piani di sviluppo e di restyling della catena di magazzini del gruppo Coin. In un anno sostituzione col nuovo brand Ovs industry

          di Eduardo Cagnazzi

            Ricavi in crescita del 5%, a quota 755 milioni di euro (718,6 milioni nell’esercizio 2005 chiuso a gennaio scorso) per Oviesse, che annuncia grandi novit� per il 2007: oltre agli interventi di restyling che interesseranno circa 50 punti vendita, secondo un programma di sviluppo finalizzato a mantenere fede ai propositi di rinnovamento di un brand in grado di soddisfare anche una fascia di et� compresa tra i 20 e i 25 anni rispetto all’attuale target di riferimento, la catena di magazzini del gruppo Coin si presenter� sul mercato con il marchio Ovs industry. La nuova etichetta sostituir� nell’arco di un anno il vecchio marchio Oviesse. E proseguir� il piano di espansione territoriale in Italia e all’estero (a Sofia e San Pietroburgo � prevista l’inaugurazione dei primi punti vendita del nuovo anno), supportato da un investimento di circa 50 milioni di euro che saranno utilizzati anche per le aperture dei negozi con insegna Coin.

              L’iniziativa dell’azienda punta a incrementare il fatturato di circa 26 milioni di euro, secondo stime aziendali, e a rafforzare la posizione leader sul mercato nel segmento bambino (dei 90 milioni di capi venduti in un anno, il 42% si registra in questo segmento), con una quota valore di spesa e di mercato pari rispettivamente al 7,38 e 12,5%.

                Il piano di espansione, che punta a superare i 9,5 milioni di clienti serviti l’anno scorso, � supportato dal lusinghiero andamento del brand nel primo semestre del 2006: la crescita del fatturato � stata pari al 6,6% rispetto al 2005, raggiungendo quota 345,5 milioni di euro, il margine operativo si � attestato al 13% e il risultato operativo a 26,9 milioni (+13%). Un risultato che, secondo stime aziendali, crescer� ulteriormente nel 2007 a seguito del piano di sviluppo del segmento intimo bambino, gi� punto forte del marchio, e quello della pelletteria e accessori. Una linea quest’ultima che oggi incide per il 5% del fatturato ma che dovrebbe salire fino a raggiungere il 10% dei ricavi nell’arco di un anno.

                  Rester� e si svilupper� ulteriormente la filosofia di fondo che ha determinato il successo del marchio: fare degli attuali negozi dei contenitori accattivanti e intriganti, in cui anche il consumatore pigro trovi un ambiente gradevole e prodotti a prezzi convenienti, con un occhio attento alla qualit�. �Il consumatore intelligente � una persona che sa scegliere e chiede il massimo rispetto per le proprie esigenze’, afferma il direttore di Oviesse, Fabio Pampani.

                    Una strategia supportata da un investimento in mostre itineranti, comunicazione e marketing per circa 8 milioni di euro. Una campagna finalizzata a far conoscere il nuovo mondo del brand: iniziata quest’anno con l’Avon running tour, � proseguita con il Museo del bambino (Muba) e con il Cirque du soleil e si conclude a fine anno con Telethon: quest’edizione sta coinvolgendo tutti i dipendenti aziendali, la stessa azienda ha creato una card per i consumatori per la buona riuscita dell’evento. (riproduzione riservata)