GAMA spa : LA CORRUZIONE RICADE SULL’ANDAMENTO AZIENDALE E IL PREZZO LO PAGANO I LAVORATORI

27/05/2005

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

27 maggio 2005

GAMA spa : LA CORRUZIONE RICADE SULL’ANDAMENTO AZIENDALE E IL PREZZO LO PAGANO I LAVORATORI
Comunicato delle segreterie Filcams Fisascat Uiltucs

«Le federazioni sindacali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil apprendono dai mezzi di comunicazione che il giudice per le indagini preliminari, dottor Sandro Sperandio, accogliendo la richiesta del procuratore capo dottor Guido Papalia, ha emesso 19 ordinanze di custodia cautelare sulle indagini riguardanti la Gama spa.

«A tale inchiesta, e al percorso giudiziario intrapreso, va la nostra solidarietà e sostegno affinché venga fatta chiarezza e si riaffermi il rispetto delle leggi in una società civile, leggi riguardanti eventuali fenomeni di corruzione nella pubblica amministrazione che rischiano purtroppo di far riemergere vecchie logiche di tangenti che ci auguravamo appartenessero al passato, ma che dimostra l’attualità delle nostre proposte contro le gare di appalto al massimo ribasso.

«Tali fenomeni danneggiano l’immagine ed hanno profonde ricadute sulle situazioni occupazionali ed economiche di migliaia di famiglie ; vogliamo solo ricordare che Gama spa coinvolgeva circa 2800 addetti diretti e circa 800 indiretti, oggi ridotti al 25% e con prospettive ancora incerte. Non solo, il restante 75% sta aspettando ancora TFR e mensilità arretrate.

«Questi fatti inducono ad una riflessione : alla tendenza avuta da parte dell’attuale governo, in questi anni, con le proposte di riforma in discussione che tendono a deregolamentare questioni riguardanti i reati fiscali e le politiche basate sui condoni.

«Noi crediamo fermamente che l’attenzione e lo stato di allerta su questi temi non vadano assolutamente abbassate né tanto meno depotenziate, perché il rischio di una ripresa della tendenza alla corruzione è sempre presente, e oggi ne abbiamo purtroppo delle conferme.

«Un augurio alla magistratura perché sia fatta giustizia e chiarezza, e soprattutto che arrivino molto presto le risposte ai problemi economici e occupazionali dei lavoratori.

«A questo fine, Filcams Fisascat Uiltucs hanno sollecitato un nuovo incontro al ministero delle Attività Produttive».