Galimberti Euronics, esito incontro 20/05/2019

Roma, 22 maggio 2019

Testo Unitario


In data 20 maggio u.s. abbiamo incontrato, dopo circa un anno di silenzio e su loro richiesta, l’azienda in oggetto presso lo studio Arlati Ghislandi di Roma, presente anche lo stesso Galimberti.
In avvio Galimberti ci ha ampiamento edotto su quanto, a suo avviso, è successo in merito al non accoglimento del 1’ Concordato, approvato dal 73,7% dei creditori Commerciali ma respinto dalla totalità dei creditori bancari, e del suo ottimismo rispetto all’atteso esame della nuova richiesta di Concordato del Tribunale di Milano, verosimilmente entro il corrente mese.


Se il nuovo Concordato pieno dovesse essere approvato dal Tribunale, a detta del Galimberti, questo dovrebbe sbloccare la situazione degli approvvigionamenti di merce, a questo momento negati dai Fornitori Commerciali, evidenziando però immediatamente un esubero di circa 48/50 unità sulle 248 rimaste, sulle quali ci è stato chiesto preventivamente la disponibilità ad aprire un Contratto di Solidarietà conservativo oltre il 22%.

La stessa ci è stata illustrata come impattante sulla totalità dell’azienda rimasta, cioè 11 punti vendita più la Sede ed il Magazzino, e sulla totalità del personale, con qualche distinguo sui Direttori; per avere però più contezza abbiamo richiesto al tavolo uno schema analitico di realizzazione, anche perché’ ci sono punti vendita dove è possibile accendere un CDS per soli 2 mesi rimanenti, e altri dove è possibile accenderlo per 12.

L’azienda ha poi dichiarato più volte al tavolo che questa ipotetica soluzione eliminerebbe di fatto necessità di aperture di procedure di mobilità.


Riteniamo indispensabile che, sulla scorta di queste informazioni ufficiali avute dall’azienda, si programmino da parte delle Strutture di concerto con le RSA/RSU, delle Assemble per informare tutti i lavoratori.


Vi terremo informati degli sviluppi.


p. La Segreteria Filcams Nazionale
Alessio Di Labio