Galimberti Euronics, esito incontro 11/07/2017

Roma, 12-07-2017

TESTO UNITARIO

il giorno 11 luglio scorso si è tenuto il previsto incontro con la società in oggetto al fine di affrontare, attraverso lo strumento del Contratto di Solidarietà, le difficoltà al mantenimento
dell’equilibrio economico dell’impresa, dovuta ad una crisi di mercato che si protrae da diverso tempo, ed ha costretto l’impresa a denunciare un esubero di personale. L’azienda infatti, con lettera del 20 giugno scorso, ha comunicato alle OO.SS. un esubero di 89 FTE e nel contempo si è resa disponibile a ricercare soluzioni non traumatiche che evitassero licenziamenti di personale con relativa perdita delle professionalità esistenti in azienda. La trattativa si è quindi conclusa con un verbale di accordo che, escludendo l’apertura della procedura di licenziamento di personale, ex legge 223/91, prevede l’applicazione del Contratto di Solidarietà per 498 dipendenti ripartiti nelle sedi e nei punti vendita di cui all’allegato, per un arco temporale di 12 mesi, dal 17 luglio 2017 al 16 luglio 2018. La percentuale massima aziendale della solidarietà si attesta al 25% dell’orario di lavoro. Alleghiamo in file Excel le percentuali medie dei singoli punti vendita. Per i contratti partime l’applicazione della riduzione non comporterà una prestazione inferiore alle 16 ore settimanali. Dal punto di vista organizzativo abbiamo concordato che la riduzione degli orari di lavoro sia attuata con equità tra gli addetti e che il calendario dell’orario di lavoro settimanale sia esposto in bacheca con 15 giorni di anticipo. Sono inoltre previsti incontri trimestrali a livello nazionale per effettuare il monitoraggio costante rispetto all’utilizzo dell’ammortizzatore sociale, mentre a livello territoriale possono, su richiesta, essere attivati confronti con le OO.SS. e le RSA al fine di effettuare le opportune verifiche organizzative. Infine le parti hanno concordato che l’azienda dovrà anticipare ai lavoratori la quota a carico dell’Istituto Previdenziale.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Alessio Di Labio, Vanessa Caccerini