Frette, esito incontro 24/11/2014

Testo Unitario

il 24 novembre scorso si è svolto il terzo incontro finalizzato a continuare il confronto con Frette Sr.l., iniziato nell’incontro del 22 ottobre scorso, relativo alla procedura Artt. 4 e 24 L. 223/91 comunicata dalla stessa il 6 ottobre, nella quale viene dichiarato un esubero di 84 esuberi presenti in 24 unità locali, su un complessivo di 220 dipendenti presenti in tutto il territorio Nazionale.

Nonostante il 21 novembre si sono conclusi i 45 giorni della fase sindacale relativa alla procedura di mobilità, in detto incontro si è arrivati alla sottoscrizione di un accordo quadro di gestione degli esuberi, che sono stati ridotti a 73 in quanto l’azienda ha rivisto le situazioni delle unità locali comunicando che oltre alle sedi di non interessati alle chiusure, rimarranno aperte anche quelle di Agira(EN), Marcianise(CE) e Noventa di Piave(VE).

Tra gli elementi più rilevanti dell’accordo volto a gestire la procedura di mobilità abbiamo condiviso:

· trattamento di CIGS;
· anticipo dell’indennità della CIGS da parte dell’azienda;
· mobilità con l’esclusivo criterio della non opposizione;
· outplacement attraverso un’agenzia per il lavoro;
· diritto di precedenza all’assunzione fino a tutta la durata dei 12 mesi di CIGS per eventuali nuove aperture;
· incentivo all’esodo, come meglio specificato nell’accordo allegato.


A questo punto il tutto sarà trasferito al Ministero del Lavoro per espletare la fase amministrativa della procedura di mobilità che avrà come indirizzo quanto previsto dall’accordo quadro, pertanto sarà Nostra cura informarvi tempestivamente della data della relativa convocazione.
Fraterni saluti.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale

Sandro Pagaria