Frette, esito incontro 22/10/2014

Roma, 24 ottobre 2014

Oggetto: Frette s.r.l. – esito incontro 22 ottobre 2014

il 22 ottobre scorso si è svolto con l’azienda in oggetto il primo incontro relativamente alla procedura Artt. 4 e 24 L. 223/91 comunicata dalla stessa il 6 ottobre, che prevede la dichiarazione di 84 esuberi presenti in 24 unità locale, su un complessivo di 220 dipendenti presenti in tutto il territorio Nazionale.

L’azienda ha subito confermato il contenuto di quanto già espresso nella lettera di apertura della procedura di licenziamento collettivo per riduzione del personale lamentando uno stato di crisi dal duplice aspetto:

·Contingente: la crisi degli ultimi anni con enormi diminuzioni di fatturato e un restringimento sempre maggiore dei margini di utili della rete retail/outlet;

·Strutturale: nella strategia aziendale c’è la volontà di chiudere tutta la rete vendita del brand FAH “Frette At Home”, in quanto la sua creazione e la successiva distribuzione dei prodotti appositamente realizzati hanno inciso su un incremento dei costi non supportati dai dati economici di vendita realizzati. Come rete vendita rimarrebbero aperti solo i punti vendita in cui vengono commercializzati i prodotti della linea di tipo “Luxury”, che Vi riportiamo:

o2 Negozi nel territorio di Milano
o2 Negozi nel territorio di Roma
o1 Negozio a Brescia
o1 Negozio a Serravalle
o1 Negozio a Venezia
o1 Negozio a Firenze
oCorner Rinascente di Milano
oCorner Rinascente di Roma
oCorner Rinascente di Cagliari

L’azienda ha anche confermato che verrà potenziata tale rete vendita della linea “L’uxury” in quelle aree in cui lo shopping di lusso e il made in Italy ha maggiore presa.

A fronte di un’ampia analisi della situazione generale, riprendendo il percorso degli ultimi anni sull’andamento generale dell’azienda, abbiamo richiesto di intraprendere tutte le alternative meno traumatiche per il livello occupazionale, partendo dalla possibilità nel tempo di procedere ad una ricollocazione interna a seguito dello sviluppo che l’azienda ha dichiarato nel suo piano strategico, nella consapevolezza che tale progetto non avrà una tempistica immediata.

Inoltre abbiamo chiesto ed ottenuto di valutare l’accesso agli strumenti di Ammortizzatori Sociali presenti nell’attuale quadro normativo.

Ci siamo lasciati con l’impegno di effettuare tutte le verifiche necessarie per continuare il confronto, e ci siamo dati appuntamento ad un ulteriore incontro che si terrà il 4 novembre p.v. alle ore 14,30 a Milano in Corso Venezia presso la Confcommercio.

In vista del nuovo incontro, Vi chiediamo di voler provvedere alle propedeutiche assemblee consultative dei lavoratori dei singoli territori interessati, chiedendovi, pertanto, di comunicarci i relativi esiti prima del programmato incontro.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria