“ForzaSpioni” Un’inchiesta lunga un anno

22/03/2006
    N.11 anno LII – 23 marzo 2006

      Pagina 36

        Primo piano/Veleni d’Italia

          Un’inchiesta lunga un anno


          Gli articoli de ‘L’espresso’ che hanno anticipato molti degli inquietanti avvenimenti ora portati alla luce dalle indagini della magistratura

          Spiati da Super Amanda
          Dicembre 2004: ‘L’espresso’ rivela il progetto di Super Amanda: una centrale unica cui dovrebbero fare capo tutte le intercettazioni effettuate in Italia nonch� i controlli sulle e-mail e sulle altre forme di comunicazione che viaggiano via Internet. L’articolo racconta anche che esiste gi� un embrione di questa struttura. Spiega il ruolo del Cnag, il Centro nazionale autorit� giudiziaria, organizzato e controllato da Giuliano Tavaroli, il responsabile della sicurezza Telecom che da l� a poco finir� sotto inchiesta.

          Spione in Regione
          Luglio 2005: ‘L’espresso’ rivela che durante la campagna elettorale per le regionali Piero Marrazzo � stato spiato e filmato da investigatori privati. Quell’attivit�, secondo i carabinieri, avveniva "su commissione di soggetti… gravitanti nell’entourage dello staff elettorale del candidato del centro-destra Francesco Storace".

          C’e uno spione nella discarica
          Dicembre 2005: ‘L’espresso’ rivela che durante una perquisizione in casa del consigliere Anas, in quota Alleanza nazionale, Giovambattista Papello sono state trovate delle trascrizioni di telefonate tra il presidente dell’Anas Vincenzo Pozzi e il segretario dei Democratici di Sinistra Piero Fassino. Secondo i pm di Catanzaro si tratta di intercettazioni illegali.