FORLÌ: NO AD ULTERIORI TAGLI ALLE PULIZIE IN OSPEDALE

25/03/2013

25 marzo 2013

Forlì: No ad ulteriori Tagli alle pulizie in ospedale

La Spending Review colpisce ancora, i tagli imposti dal Governo Monti alle Regioni in materia di spesa sanitaria determinato nuovamente il rischio di implosione del sistema sanitario con conseguenti ricadute sui servizi ai cittadini e sull’occupazione, anche nel nostro territorio.
L’AUSL di Forlì ha comunicato ufficialmente alla cooperativa Formula Servizi l’intenzione di applicare tagli consistenti all’appalto per la pulizia e la logistica nei servizi ospedalieri, appalto in cui sono occupate quasi 200 persone considerando anche l’indotto. “Un taglio di questo tipo” affermano i sindacati territoriali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, metterebbe a rischio la qualità del servizio e l’occupazione di quasi 200 lavoratrici e lavoratori.”
Già nel 2012 si è dovuti intervenire sulle condizioni dei lavoratori in un accordo che ha salvato l’occupazione passando dalle 42 ore settimane richieste ad un sistema di 39 ore settimanali con l’assorbimento delle ore di permesso, chiedendo ai lavoratori maggiori sforzi per permettere di mantenere qualità e occupazione. Ciò dimostra che non ci sono altri margini da erodere se non incidendo proprio su queste ultime condizioni qualità del servizio e occupazione , creando così un’enorme disagio sociale per lavoratori, in maggioranza donne, che già faticano ad arrivare alla fine del mese.
Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto un duplice incontro urgente: uno da parte delle Confederazioni congiuntamente alle categorie all’ AUSL di Forlì e uno a Formula Servizi. “E’ necessario approfondire l’impatto che eventuali tagli possono determinare sulla qualità e quantità dei servizi e quali ricadute questo determina sui lavoratori degli appalti” hanno affermato le organizzazioni Sindacali che si opporranno decisamente a questi tagli e proclamano fin da ora lo stato di agitazione delle lavoratrici dell’appalto.