Fondoprofessioni: al via 145 piani

20/01/2006
    giovedì 19 gennaio 2006

      pagina 38 – Professioni

      Graduatoria dei progetti di formazione

        Fondoprofessioni, al via 145 piani

          di Anna Linda Giglio

            Centoquarantacinque progetti approvati, per un finanziamento complessivo di oltre 4 milioni di euro. Sono i numeri di chiusura del primo bando di Fondoprofessioni, il Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua, nato dall’accordo tra Consilp-Confprofessioni, Confedertecnica, Cipa e Cgil-Filcams, Cisl-Fisascat e Uil-Tucs. Il bando, che stanziava 3,5 milioni di euro da destinare alla formazione dei dipendenti degli studi professionali, si è chiuso il 31 ottobre scorso (termine prorogato di un mese, rispetto all’originario 30 settembre), e ammetteva al finanziamento progetti di formazione (50 mila euro a progetto, con il limite di 250 mila per ente formatore) presentati dalle associazioni di categoria aderenti alle confederazioni socie del Fondo, dalle ati (associazioni temporanee di imprese) e da singoli studi o aziende nei quali trovi applicazione il contratto collettivo degli studi professionali. A scorrere la graduatoria dei progetti approvati, sono proprio le associazioni a farla da padrone (dall’Ancl dei consulenti del lavoro a Federnotai, dal Sindacato dei ragionieri all’Unione giovani dottori commercialisti), ma non mancano anche i singoli studi professionali. Pochi anche perché, come spiega Franco Valente, direttore di Fondoprofessioni, il limite minimo di partecipanti per singolo progetto era di otto. In ogni caso, ´è stato un vero successo’, aggiunge Valente, ´tanto che il consiglio ha deliberato un’integrazione del budget, passato da 3,5 milioni a 4.019.695 euro. Ed è andata bene anche da un punto di vista procedurale, visto che il bando si è chiuso senza alcun tipo di ricorso’. Ora inizia la fase operativa, che prevede l’invio a Fondoprofessioni, entro il 15 febbraio, dei piani operativi e delle convenzioni con la calendarizzazione e il nome dei partecipanti; quindi l’avvio organizzativo vero e proprio di corsi che si dovranno concludere entro il 15 agosto. E in attesa dell’esito finale, Fondoprofessioni già lavora al secondo bando, che dovrebbe vedere la luce entro il mese di marzo. (riproduzione riservata)