«Flessibili e preparati: per questo li assumo»

03/06/2003




            Sabato 31 Maggio 2003
            ITALIA-LAVORO


            «Flessibili e preparati: per questo li assumo»
            A.BA.


            MILANO – Quando il mercato non tira, le aziende tagliano i costi fissi ma non gli investimenti commerciali, perché bisogna vendere di più. Così, alla Contacta anche in questi giorni si continuano ad assumere interinali. L’importante è che siano portati per la vendita, perché il loro compito sarà convincere al telefono un potenziale cliente, far acquistare un prodotto che non si vede.
            Sulle trecento persone che lavorano nell’azienda torinese di telemarketing, cinquanta sono interinali. «È un ottimo modo per reclutare i dipendenti, perché ci consente di scegliere tra persone che sono già formati e sanno quale sarà la loro mansione», spiega Giulia Sanna, fondatrice – insieme all’amministratore delegato Gabriele Moretti – e azionista della società, oggi controllata da Acroservizi. Contacta opera con più agenzie, ma il fornitore di riferimento è Générale Industrielle. «L’interinale ci consente di avere velocemente le figure necessarie – aggiunge Giulia Sanna – e di concentrarci sul nostro core business, invece di investire tempo e risorse sulla ricerca del personale». Il sistema dà garanzia di flessibilità e facilita il compito di chi deve selezionare.
            Un vantaggio, soprattutto quando la richiesta non è facile da esaudire. «Abbiamo un contratto importante sui prodotti alimentari e adesso li vendiamo anche sul mercato tedesco.
            Perciò abbiamo chiesto giovani che parlassero il tedesco e avessero vissuto almeno un anno in Germania», racconta Sanna, che ora sta realizzando lo stesso progetto in Gran Bretagna e ha bisogno di giovani che masticano l’inglese.
            L’altro aspetto positivo del lavoro temporaneo, secondo il socio di Contacta, è la possibilità di conoscersi reciprocamente: l’azienda può valutare il lavoratore e lui può capire se il posto fa al caso suo. E se i due si piacciono, scatta l’assunzione a termine o a tempo indeterminato: succede a un’interinale su due. Occupati e attività di Contacta sono in crescita: a fine anno il fatturato salirà di 3,8 milioni del 2002 a 5,5 milioni e le 200 postazioni raddoppieranno a settembre. Davanti a telefono e computer si alternano operatori con turni di quattro, sei, otto ore. «Nel pomeriggio – dice Giulia Sanna – l’età media è di 25 anni con tanti studenti e interinali.
            La mattina è più alta e con noi lavorano molte casalinghe».