Firenze. Giornata fiorentina per Guglielmo Epifani

26/10/2004

              martedì 26 ottobre 2004

              Giornata fiorentina per Guglielmo Epifani

              FIRENZE «È la flessibilità “alla rovescia” il segreto per produrre più e meglio e per far star meglio i lavoratori». Cosa sia e cosa significhi lo ha spiegato Dalida Angelini, segretaria generale della Filcams Cgil Toscana, presentando il convegno «Lavoro: non più a scatola chiusa» (ore 15 al Palaffari di Firenze) e al quale parteciperà il segretario generale Guglielmo Epifani. La flessibilità «alla rovescia» è quella realizzata dalle cassiere part-time dell’ Ipercoop di Montecatini (Pt) che dal 2001 si autogestiscono gli orari di lavoro. «Un sistema – spiega la Angelini – che da un lato, venendo incontro alle esigenze delle lavoratrici, ha migliorato le condizioni e la qualità della vita delle dipendenti e dall’altro ha garantito l’efficienza della struttura. Un sistema a cui aderiscono 80 cassiere su 90 e che si ispira alla Francia dove questo modello di organizzazione, chiamato in gergo delle isole, è applicato in una catena di grande distribuzione, dove però la contrattazione è individuale e legata al rapporto tra l’azienda e i singoli lavoratori».

              Per Epifani quella di oggi sarà una giornata tutta fiorentina che inizierà alle 9.30 al Palacongressi dove incontrerà i candidati della Funzione Pubblica alle prossime elezioni per il rinnovo delle Rsu e si concluderà alle 21 a Pontassieve dove, al Cinema Accademia, parlerà di pace, diritti e democrazia insieme a Paolo Ben, presidente nazionale dell’Arci.