Firenze. Gigli, 80 milioni di visitatori

05/05/2004

Firenze

MERCOLEDÌ, 05 MAGGIO 2004
 
Pagina I – Firenze
 
Affluenze da record nei sette anni di vita del centro commerciale
 
Gigli, 80 milioni di visitatori
 
 
 
 
MARIA CRISTINA CARRATU´
      CHE fosse un «caso» – commerciale, ma anche sociale, economico, di costume – era ormai noto. Ma che il suo – anzi: i suoi – record, fossero, nonostante le performance che lo hanno segnato fin dagli esordi, in miglioramento costante, stupisce, ad ogni aggiornamento. Ottanta milioni di visitatori in sette anni sono un dato – elaborato dalla direzione commerciale del Consorzio dei 120 operatori dei Gigli – che parla da solo. Qualcosa come quasi il doppio l´intera popolazione italiana ha visitato il centro commerciale da quando è nato, 13 milioni e 150mila soltanto nel corso del 2003. In crescita costante, del 2% circa ogni anno, anche il fatturato, che ha consegnato i Gigli all´empireo dei primi cinque centri commerciali d´Europa, insieme al Blu Water di Londra, al Colombo di Lisbona, al Chrétien Soleil di Parigi, al Diagonal Marr di Barcellona. Il tutto, nonostante la nascita nella piana, nel corso del 2003, di altre grandi strutture commerciali, come l´Ipercoop o il Carrefour a Sesto. Ancora: 40 mila è la media giornaliera dei visitatori – 30 mila quella dei giorni feriali, 60-65 mila quella dei fine settimana (con un picco di 100 mila in un solo giorno). Sono del resto i sabati e le domeniche di apertura (la prima di ogni mese, più quelle straordinarie concordate) l´asso della manica dei Gigli fin dalla sua nascita. E tuttavia, sebbene non cenni ad arrestarsi la crescita delle presenze nei giorni festivi, sono quelle dei giorni feriali, negli ultimi tempi, ad aver registrato l´incremento più rilevante: segno che l´acquisto ai Gigli non è più l´una tantum, cui riservare, abbinandovi magari pranzo al ristorante e cinema al multisala, i giorni liberi, ma sta entrando nelle normali abitudini dei consumatori. Un effetto, forse, della generale crisi dei consumi, che ha spinto sempre più persone ad apprezzare la possibilità di una più ampia comparazione di prezzi. Abbigliamento e telefonia i settori merceologici più gettonati, sebbene la forza dei Gigli continui ad essere quella della grande varietà dell´offerta.