Finifast si allea con Ing Real E.

27/02/2004


        Venerdí 27 Febbraio 2004


        Finifast si allea con Ing Real E.


        DAL NOSTRO INVIATO MODENA – Finifast, l’azienda modenese che opera nel settore della ristorazione con lo storico marchio Fini, ha siglato un’intesa con il colosso olandese Ing, il gruppo attivo nei settori finanziario e immobiliare in 40 Paesi del mondo con 110mila dipendenti. Con un investimento di 70 milioni di euro la multinazionale, quotata alle Borse di Amsterdam e New York, avvierà il prossimo maggio, attraverso la controllata Ing Real Estate Italia, la prima grande struttura commerciale nel nostro Paese. La sede dell’outlet, dove saranno in vendita noti marchi dell’abbigliamento e della moda, sarà a Castel San Pietro (Bologna). Il mega-centro commercale sorgerà su una superficie di 13.500 metri quadrati e darà lavoro a 300 addetti. La ristorazione del centro sarà affidata a Finifast. «Sinora – spiega Vittorio Fini, amministratore delegato dell’azienda modenese e presidente dell’Unione industriali di Modena – la crescita della nostra impresa, che lo scorso anno ha realizzato un fatturato di 50 milioni, è avvenuta tramite i "grill" che gestiamo sulle autostrade. Ora entriamo in modo deciso anche nella ristorazione presso i grandi centri commerciali, dove porteremo una formula moderna e fortemente innovativa che unisce ristorazione veloce, svago e tradizione». L’obiettivo è di realizzare, attraverso questo nuovo canale, circa un 15/20% in più di fatturato annuo. In tale direzione Finifast ha avviato iniziative sperimentali, presso centri Ipercoop e Carrefour e ha in corso «contatti con altri operatori». Intanto l’azienda modenese, forte di 350 dipendenti e controllata dalla famiglia Fini in modo paritario con il partner Eni, ha avviato un programma di sviluppo anche nel core business. «Dal rinnovo delle concessioni per le aree di ristoro sulle autostrade ci attendiamo di espandere fortemente la nostra attività», aggiunge Vittorio Fini. Sono previsti investimenti per 30 milioni di euro, che deriveranno parte dal cash flow aziendale, parte dal contributo dei soci. Per il 2004 il fatturato dovrebbe superare i 60 milioni, ma «se le gare per le nuove concessioni in autostrada avranno tutte esito positivo per noi, puntiamo al raddoppio, verso quota 100 milioni». Con il centro bolognese Ing Real Estate Italia avvia un piano di investimenti immobiliari nel nostro Paese. È già programmato un intervento per 150 milioni (abitazioni e centro commerciale) ad Alessandria. Vi sono allo studio iniziative anche a Brescia, Como, Venezia. Infine Ing Real Estate è in corsa per l’acquisizione dell’area ex Fiera a Milano.

        EMILIO BONICELLI