“Finanziaria” Tremonti: «sulle tasse è una partita di giro»

04/10/2006
    mercoled� 4 ottobre 2006

    Pagina 9 – Interni

      Il vicepresidente della Camera: manovra esagerata nelle dimensioni, hanno fatto "ingegneria sociale"

        �La Finanziaria delle illusioni
        sulle tasse � una partita di giro�

          Tremonti: opposizione dura in Parlamento e fuori
          la Cdl

            le nuove aliquote � una redistribuzione "orizzontale": prima premia chi ha meno di 40mila euro, poi lo punisce con imposte locali e tasse sul gasolio
            prodi e la coalizione Il premier non � ostaggio della minoranza interna alla sua coalizione: il vero antagonismo viene dalla sua maggioranza

              MASSIMO GIANNINI

                Professor Tremonti, contro la Finanziaria del centrosinistra avete parlato di stangata, rapina, macelleria sociale. Calderoli, proprio lui, ha detto addirittura che � una manovra �razzista�. Ci saranno anche aspetti criticabili, ma non state esagerando?

                  �La vastit� della manovra e la coralit� delle voci producono un naturale effetto di frantumazione dell�analisi. La struttura economica riflette perfettamente la struttura politica. Tutto quadra, tanto sui numeri politici quanto sui numeri economici. Di solito si dice che dentro la sua maggioranza che Prodi � ricattato dalla minoranza antagonista. A ben vedere � l�esatto opposto. A sinistra la maggioranza � antagonista. Solo la minoranza � riformista. Tolti il correntone Ds e la componente cattolica di sinistra della Margherita, non fa pi� del 20%. Il 30%, e cio� la maggioranza, � antagonista. La conclusione � l�opposta di quello che si dice comunemente: nel centrosinistra la sinistra non si impone arbitrariamente, ma numericamente. E Prodi la rappresenta linearmente. Questa base politica si riflette nel disegno della Finanziaria. Nel suo modello di ingegneria sociale�.

                    Cosa non va nell�ingegneria sociale della manovra di Prodi?

                      �Il fatto stesso che � ingegneria sociale. In ogni caso, il fatto che � cattiva ingegneria sociale. Una visione liberale avrebbe portato ad una Finanziaria limitata alla correzione dei saldi, lasciando correre l�economia. I lavoratori, le imprese e i consumatori sanno infatti meglio del governo come usare i loro soldi. Una visione diversa e pi� costruttivistica della societ� avrebbe spinto la Finanziaria sui grandi investimenti per il futuro: ricerca, innovazione, infrastrutture. Una visione diversa e pi� sociale avrebbe portato verso una forte e vera equit� fiscale. Nella Finanziaria non c�� niente di tutto questo. L�economia in ripresa rischia di essere compressa da troppe tasse. Gli investimenti pubblici sono polverizzati in una logica minimale e clientelare. La giustizia fiscale si risolve nel suo contrario: sotto una macinata regressiva di nuove tasse. La manovra � grande, � il disegno politico che � piccolo. Disperso in una sterminata, contraddittoria e quasi sempre banale serie di micro-interventi sulle scelte di vita e di consumo dei cittadini. Detrai la palestra, ma paghi il ticket al pronto soccorso. Dimenticavo che non ci sono le grandi riforme�.

                        Se non riesce a farle il centrosinistra di oggi, sicuramente non c�� riuscito neanche il centrodestra di ieri. Che avreste fatto voi, al posto di Padoa-Schioppa?

                          �La Finanziaria avrebbe dovuto fare una politica di grandi riforme pubbliche. Ricordo l�annuncio di riforma sui "quattro grandi comparti": sanit�. pensioni, pubblico impiego e spesa pubblica. E� difficile trovarne traccia nel testo approvato. Alla base c�� una profonda schizofrenia: prima si fanno annunci millenaristici di riforma dello Stato, necessari dato il presunto dissesto di bilancio, subito dopo si fa una clamorosa retromarcia. Si prende atto che i conti pubblici non sono allo sfascio. Si utilizza una massa finanziaria enorme per fare spesa pubblica corrente e improduttiva. Trovo la conseguente autogiustificazione davvero molto "tecnica"… �.

                          Lei pu� anche ironizzare. Ma non � forse vero quello che dice Visco, e cio� che questa Finanziaria � �la vera imposta di successione lasciata da Tremonti�?

                            �La quota di manovra necessaria per la correzione dei saldi � solo un terzo. L�ultimo dato sul fabbisogno indica un miglioramento per 2 punti di Pil. E� il tipo di eredit� che avrei voluto trovare io. Se i conti fossero in disordine non sarebbe stato sufficiente quel terzo che ci mette il governo. E a rovescio il fatto che il governo possa usare due terzi (secondo me malamente) per altri fini, � la prova migliore di quanto sostengo�.

                            Quindi lei ha lasciato i conti in ordine: il deficit non era oltre il 4%, il debito non ha ricominciato a crescere, l�avanzo primario non � stato azzerato. Prendiamo atto. Ma perch� contesta la manovra sull�Irpef, che riequilibra sui ceti pi� bassi i benefici che voi avevate concesso ai ceti pi� alti?

                              �Secondo il governo, con la manovra ci guadagna il 92% della popolazione. Questo vuol dire che quella che viene presentata come la pi� grande manovra degli ultimi anni verrebbe finanziata dal restante 8%. Considerando che l�aliquota sui ricchi resta uguale, l�effetto di redistribuzione resta misterioso. In realt� la redistribuzione non � affatto verticale, dall�alto verso il basso, ma orizzontale: tolgo, do, ritolgo. Sempre agli stessi. Il traffico fiscale attivato con la manovra � l�equivalente moderno del vecchio macinato: la pressione fiscale sale su vasta scala per effetto di decine di nuovi cespiti di prelievo che colpiscono tutti. Basso incluso�.

                                Adesso vi preoccupate dei bassi redditi? Proprio voi che con il secondo modulo avete premiato i ceti pi� abbienti?

                                  �Il nostro primo modulo riduceva le tasse sui redditi bassi, il secondo sui redditi medi. Ma in ogni caso, giuste o sbagliate, grandi o piccole, erano comunque riduzioni nette. Non era ridurre le tasse verso il basso aumentandole sul medio. E non era ridurle per rimetterle, tentando una colossale operazione di illusione fiscale. Le mani pubbliche sono tante, ma la tasca dei cittadini � una sola. Se riduci le tasse sotto i 40 mila euro, aumentandole sopra, ma da gennaio aumenti le rendite catastali, quasi raddoppi le addizionali e l�Ici, poi tassi il gasolio e il risparmio, allora crei illusione finanziaria. Alla prima impressione di un beneficio segue la successiva imposizione di un maleficio�.

                                    A proposito di malefici: tra condoni e quant�altro, voi avete felicemente risolto il problema dell�evasione fiscale: ignorandola, o strizzando l�occhio a chi non paga.

                                      �Si sbaglia. Nel 2000, dopo una cura di sinistra durata 5 anni, l�evasione fiscale era a livelli record. La lotta all�evasione fiscale si fa riducendo le aliquote, e non aumentandole. Rendendo credibile e rispettabile il rapporto fiscale. Noi abbiamo fatto la riforma della riscossione: se metti a ruolo 100 non puoi riscuotere solo 3, com�era prima. Non � credibile. Se invece chiudi un negozio perch� ha sbagliato uno scontrino, il fisco non diventa pi� rispettabile, ma pi� odioso. Per questa via non si riduce l�evasione, ma aumentano gli alibi per evadere�.

                                        Almeno sul versante delle spese la manovra vi soddisfa?

                                          �Per niente. Ci� che � inaccettabile � come viene gestito il caso pensioni. In campagna elettorale la sinistra ha preso i voti promettendo di abbattere "l�odioso scalone del 2008". E adesso non riesce a trovare n� un modo per onorare quella promessa, n� un modo per gestire una partita vitale per milioni di persone. Quello delle pensioni � il patto generazionale. Non � merce di scambio elettorale. L�effetto di incertezza che si sta producendo � solo negativo per il Paese. E poi c�� lo scandalo del Tfr. Un pezzo grosso della manovra � fatto girandolo a fondo pubblico. Questo non � un artificio contabile, � un falso in bilancio. Il Tfr � nel passivo delle imprese: � misterioso come possa diventare un attivo per Prodi�.

                                          Professor Tremonti, abbiamo capito. Questa Finanziaria non vi va gi�. Ma adesso che farete? Aventino in Parlamento e barricate nelle piazze?

                                            �Per il Parlamento cerchiamo di essere concreti. Facciamo due test realistici. Primo test: il centrodestra chiede di eliminare il trasferimento forzoso del Tfr al bilancio pubblico. Il governo � in grado di trovare una copertura equivalente? Ne dubito. Secondo test: le pensioni, La somma delle riforme Dini 1995-Berlusconi 2004 � considerata in Europa la migliore insieme a quella svedese. La maggioranza rinuncia alla sua controriforma? Ne dubito. In ogni caso, pi� crescer� la pressione riformista del centrodestra, pi� il governo sar� costretto a mettere la fiducia, tagliando fuori gli emendamenti dell�opposizione�.

                                            Quindi sar� lotta dura in aula. Resta la piazza: la cavalcherete?

                                            �La Costituzione inizia con la formula: "la sovranit� appartiene al popolo che la esprime nelle forme legittime". Madrid, Stoccolma, Parigi, Londra e Berlino sono state e saranno sempre percorse da grandi manifestazioni popolari. Nessuno le considera attentati alla democrazia. La democrazia � un fatto complesso, che contiene tanto il Parlamento quanto il popolo. Sulla Finanziaria la domanda viene dal basso e non dall�alto. Sono i nostri elettori che ci chiedono di manifestare, non siamo noi che lo chiediamo ai nostri elettori. I partiti fanno e faranno il loro dovere in Parlamento, ma la politica non si esaurisce nel Parlamento�.

                                              Detto da lei fa un certo effetto. Perch� quando governavate gridavate allo scandalo di fronte alle manifestazioni della Cgil sull�articolo 18 o a quelle sulla giustizia?

                                                �L�opposizione al governo Berlusconi � iniziata con i girotondi. Sono un po� fuori dalla nostra cultura, ma posso assicurare che hanno prodotto un effetto politico molto importante. Non li ho mai considerati eversivi, ma tremendamente efficaci. Se c�� una cosa di cui non si deve mai aver paura � il popolo�.