“Finanziaria” Tetto agli stipendi dei manager pubblici

17/11/2006
    venerd� 17 novembre 2006

    Pagina 4 – Economia

      la Finanziaria

        Un solo maxiemendamento: assunti 2500 agenti, due nuove commissioni sulla spesa, pi� soldi a sport e ricerca

        Tetto agli stipendi dei manager pubblici
        Sconti sull’acquisto di televisori digitali

          Le ultime richieste esaudite
          nella notte prima della fiducia.
          Dalla viabilit� della Sicilia
          agli Lsu, ecco le risorse aggiuntive

            ROBERTO PETRINI

              ROMA – Tetto al numero dei manager pubblici e limiti alla loro retribuzione: tutto affidato ad un decreto del ministero dell�Economia che eserciter� una forte moral suasion su nomine e composizioni degli organi delle aziende di Stato. Ma anche due nuovi organismi per integrare e circoscrivere il controllo oggi affidato alla Ragioneria dello Stato: una commissione per la finanza pubblica e una unit� tecnica per monitorare i flussi di cassa degli enti locali. Fino a tarda notte il numero delle misure introdotte nel maxiemendamento dal governo e dalla maggioranza � continuato a lievitare. Negli oltre 1.000 commi che costituiscono l�intero provvedimento sul quale il governo ha deciso di porre la fiducia, sono confluiti gli articoli gi� approvati dalla Camera (circa 15); i 90 emendamenti proposti dal governo e buona parte dei 100 avanzati dal relatore Michele Ventura.

              Nelle ultime ore hanno trovato spazio e soluzione le questioni pi� controverse. Le risorse per la ricerca dovrebbero essere salite, come richiesto dal ministro dell�Universit� Mussi, a 230 milioni. Anche il comparto sicurezza ha avuto maggiori margini: si prevede l�assunzione di 2.000 precari nel settore delle forze dell�ordine, 500 ausiliari per la polizia penitenziaria ed anche per la forestale. Sono arrivati anche i 33 milioni in pi� richiesti per lo sport (olimpiadi di Pechino) e maggiori risorse per la famiglia. Non bastano invece le risorse per la Difesa: ieri in tarda serata il ministro Parisi si esprimeva ancora con accenti critici.

              Dopo le proteste anche la Sicilia avr� i 200 milioni per la viabilit� e 50 andranno, per la stessa motivazione, alla Calabria. Per i Comuni e la sanit� si � fatto un passo in avanti per l�assunzione dei precari e dei lavoratori socialmente utili. Dieci milioni andranno ad alluvionati delle Marche, della Liguria e del Piemonte.

              Conferma anche per le partite incagliate degli ultimi giorni: definita la questione della liquidabilit� del Tfr con la precisazione che sar� l�azienda a dover adempiere alla richiesta del lavoratore e non l�Inps. Ratificata anche la diminuzione del contributi per gli apprendisti rispetto alla versione originaria della Finanziaria.

              Tra gli emendamenti dell�ultima ora, presentati dal governo, anche una norma che esclude dal taglio del 30 per cento degli stipendi dei sottosegretari (gi� previsto dalla Finanziaria) i non parlamentari, cio� i tecnici �prestati� alla politica.

              Novit� anche per le tv digitali: chi � in regola con il pagamento del canone Rai potr� acquistare un televisore predisposto per la ricezione della tv digitale detraendo dall�Irpef fino a un massimo di 200 euro.

              Infine per le mamme precarie, infine, si estendono alle lavoratrici a progetto e con contratti atipici le tutele per la maternit� previste per le lavoratrici dipendenti. Nell�ultima giornata di esame � stato approvato un anche un emendamento di Daniela Santanch� (An), fatto proprio dalla Commissione, che istituisce un fondo per l�istruzione e la tutela delle donne immigrate. Il fondo si alimenta con un contributo del 15 per cento sulle liquidazioni dei manager superiori a 1,5 milioni di euro.