“Finanziaria” Soldi: Le Coop attendono una svolta

21/11/2006
    marted� 21 novembre 2006

    Pagina 12 – Economia & Lavoro

    Le interviste
    Aldo Soldi: Le Coop di consumo attendono una svolta

      �C’� troppa incertezza
      per i consumi: adesso
      approvare la manovra�

        di Laura Matteucci / Milano

        Chiudere il prima possibile la partita Finanziaria. In modo da diradare il clima di incertezza che sta accompagnando l’iter della manovra fin dalla sua prima presentazione, fare un’iniezione di fiducia alle famiglie italiane e aiutare cos� la ripresa dei consumi. E andare avanti. L’auspicio � di Aldo Soldi, il presidente delle Cooperative di consumo, mentre la Finanziaria arriva al Senato corredata di un pacchetto di integrazioni gi� approntate. �D’accordo che, come ha detto il ministro Padoa-Schioppa l’altra sera alla trasmissione di Fabio Fazio (domenica a Che tempo che fa, ndr), quelle che sono state fatte cos� come quelle che si faranno non sono modifiche sostanziali – dice Soldi – E d’accordo anche sul fatto che modificare una legge nell’iter che l’accompagna all’approvazione � fisiologico. Ma per ridare fiducia alle famiglie servono certezze. Mi auguro che si superi presto lo scoglio della Finanziaria e si guardi avanti�.

        Padoa-Schioppa ha parlato di Natale. Si � detto �ottimista� sul fatto che la Finanziaria verr� approvata in via definitiva entro Natale.

          �Tempi brevi e certi, questo auspico. Non sar� certo io a dettare l’agenda del Parlamento. Comunque, vorrei aggiungere: non � solo questione di modifiche, ma anche il fatto che non siano accompagnate da una particolare brillanetzza comunicativa da parte del governo. Poi, l’ha detto il ministro sempre l’altra sera, io concordo: la Finanziaria non � di sicuro l’unico strumento che il governo ha a disposizione per rimettere in moto l’economia�.

          � il clima di incertezza, o viceversa di fiducia, l’elemento fondamentale per i consumi, quello che pi� influisce sulle propensioni di spesa?

          �Da un lato questo, dall’altro l’elemento molto concreto del reddito disponibile�.

          Un giudizio complessivo sulla manovra, soprattutto rispetto al suo settore?

            �La mia � una valutazione interlocutoria, proprio perch� ancora la sua fisionomia non � del tutto definita. � sicuramente impegnativa per il Paese, per� non vedo stangate per nessuno. Il principio dell’equit� mi sembra rispettato. Alcune categorie ne usciranno in condizioni migliori rispetto ad altre, ma nessuno con forti penalizzazioni. Comunque non c’� solo la Finanziaria. Anche i comportamenti degli Enti locali, ad esempio, hanno molto a che vedere con i consumi: basti pensare al pacchetto relativo alla rimodulazione della tassazione locale�.

            Adesso qual � la situazione? I consumi stanno riprendendo fiato?

              �Rispetto all’anno scorso qualche segnale di miglioramento c’�, ma molto cauto. Non si pu� parlare di ripresa evidente, non si pu� parlare di inversione di tendenza, ma il calo continuo che abbiamo registrato negli ultimi due anni si � arrestato. I segnali positivi ci sono, anche se ancora molto timidi. Questo poi � un momento particolarmente significativo, � importante che proprio il periodo natalizio sia accompagnato da un clima complessivo sereno, che non desti inquietudini rispetto al futuro�.