“Finanziaria” Senatori in vendita? Berlusconi smentisca

20/11/2006
    domenica 19 novembre 2006

    Pagina 5 – Economia/Oggi

      Senatori in vendita?
      Chiti: uno scandalo
      Berlusconi smentisca

        Dalla Cdl risponde La Russa: e quanto costano
        quelli dell’Unione? Parte la caccia ai saltafosso

          di Natalia Lombardo/ Roma

          V� CUMPR�? Silvio Berlusconi da tempo si vanta di aver �pescato� quattro o cinque senatori dal centrosinistra pronti a passare fra i banchi del centrodestra: �Solo questo dovrebbe provocare lo sdegno, invece viene descritto come una partita di calcio�.

          Queste parole di Vannino Chito, ministro per i Rapporti col Parlamento, mettono in agitazione la stampa e il Transatlantico di Montecitorio, ieri pomeriggio, mentre in aula si votava la fiducia alla Finanziaria.

          L’ex premier d� per fatta la campagna acquisti a Palazzo Madama�. Finora per� non si � visto nulla, l’Unione regge compatta e probabilmente non conviene a nessun senatore andare con la Cdl, col rischio di ritrovarsi senza sponsor per eventuali ricandidature.

          �� molto grave che Berlusconi si vanti di prendere dei senatori dal centrosinistra e, peraltro, poi non ci riesce. Ma il solo rivendicarlo provocherebbe uno sdegno in qualsiasi altro Paese�, ha detto Chiti ieri mattina.

          Ma un fatto che �offende la moralit�, con un leader dell’opposizione miliardario sembra normale. Eppure, maligna un casiniano, �se Berlusconi avesse voluto sarebbe anche riuscito a “comprare” qualcuno, ma non vuole�, perch� la strategia della spallata per ora � scesa al livello del suo menisco (che porter� a Napoli come il sangue di san Gennaro, ha scherzato Silvio in una cena con i repubblicani di La Malfa).

          Si scandalizza Ignazio La Russa, capogruppo di An a Montecitorio: �Berlusconi sta tentando di comprare i senatori dell’Unione? � come se dicessero che il ministro Chiti sta comprando Bossi per instaurare un rapporto, cosa che � esattamente diversa dal vero�. Poi non rinuncia alla battuta: �Quanto costano al chilo i senatori dell’Unione?�.

          Da Forza Italia per� non ci sono smentite, meglio diffondere l’odore del potere (e dei soldi) �La Cdl dica pubblicamente che rifiuta il voto di qualsiasi senatore voltagabbana che si vende�, commenta il leader verde Alfonso Pecoraro Scanio.

          Nel Transatlantico dell’altro Palazzo (Montecitorio) parte la caccia al �senatore comprato�ma � pressoch� vana: chi sono? quanti sono? Gli indiziati sono sempre i soliti: Luigi Pallaro senador (cos� � scritto nel suo sito) eletto dagli italiani all’estero come indipendente, sul decreto fiscale ha votato con l’Unione e assicura il replay sulla Finanziaria anche se chiede 14 milioni per i compaesani all’estero.

          Sergio De Gregorio fa tutto da solo e anche lui eventuali soldi li chiede direttamente al governo: �Se non mi danno un miliardo per la Difesa non voto la Finanziaria�, ha decalamato il corposo ex dipietrista che ha votato contro il decreto fiscale e si ribaltato dall’inizio facendosi nominare presidente della Commissione Difesa con i voti della destra.

          � ormai passato di moda il sospetto sui mastelliani, nato ad inizio legislatura nella notte pi� buia di Palazzo Madama, quando furono indiziati del giochetto al massacro sul nome di Marini presidente del Senato (�Franco, Francesco…). Considerato terreno di mercato la �terra di mezzo� sconfinata degli ex democristiani, mentre l’Unione ha capito ormai che la vera Terra di Mezzo coltivata da Marco Follini non sconfina nel centrosinistra, per ora.

          Potrebbero invece passare con l’Unione i due senatori del Movimento per l’Autonomia di Raffaele Lombardo, ago della bilancia che dopo tanti tentennamenti fece rieleggere Cuffaro alla Regione Sicilia. Come i leghisti sul federalismo, gli autonomisti guardano al migliore offerente sul territorio. Ora il siciliano Giovanni Pistorio condiziona la sua scelta ai fondi per il Sud; l’altro � Ferruccio Saro, friulano, ex socialista che fu espulso da FI perch� si candid� alla Regione contro la leghista Guerra (guerra persa da Silvio) e recuperato alle politiche 2006 da Berlusconi (via Cicchitto). Un forzista ex Dc maligna: �Saro? � un oggetto di mercato…vatti a fidare dei socialisti�.