“Finanziaria” Sconti fiscali per gli over 75

23/10/2006
    luned� 23 ottobre 2006

    Pagina 6 – Economia

    la Finanziaria

      Pensionati, sale la no tax area
      sconti fiscali per gli over 75

        Irpef, si cambia: pronto l�emendamento di Visco

          ROBERTO PETRINI

            ROMA – E� pronto il nuovo pacchetto-Irpef del governo. Prender� la forma di un emendamento alla Finanziaria dove figurer� un ulteriore aumento delle detrazioni sotto i 40 mila euro e, forse, l�introduzione di sconti fiscali pi� consistenti per gli over-75. La settimana che si apre � decisiva per la manovra: il �decretone� si avvia verso la fiducia (sar� approvato dalla Camera entro fine settimana), mentre la Finanziaria entra nel vivo con l�audizione del viceministro dell�Economia Visco.

            E� infatti allo studio un intervento sui pensionati delle fasce pi� basse. La misura potrebbe prevedere un rafforzamento della no-tax area (gi� salita per i pensionati da 7.000 a 7.500 euro con il testo della Finanziaria attualmente in Parlamento): l�aumento delle detrazioni per i redditi da pensioni sarebbe destinato esclusivamente a coloro che hanno pi� di 75 anni. Il problema resta quello delle risorse: non � escluso che possano essere utilizzati i 200 milioni di euro che proverrebbero dalla sesta aliquota del 45% oltre i 150 mila euro. misura non affatto esclusa. �E� necessario aumentare il fondo per i non autosufficienti e inserire detrazioni per gli ultra-settantacinquenni�, ha detto ieri Mariggia Maulucci, segretario confederale della Cgil e il sindacato avanza anche la proposta di trovare le risorse mediante una minitassa sugli Sms.

            L�altro intervento del governo riguarder� i redditi sotto i 40-42 mila euro. L�aumento delle detrazioni stabilito dalla attuale versione della Finanziaria ha infatti comportato per alcune categorie di reddito, (soprattutto tra i 32 e i 38 mila euro) delle perdite rispetto al sistema attuale. La ragione sta nel fatto che il nuovo sistema di detrazioni si confronta con le vecchie deduzioni dove i redditi che stanno a cavallo tra una aliquota e l�altra beneficiavano di forti guadagni. Di conseguenza il confronto tra l�attuale Finanziaria e la vecchia riforma presenta alcuni punti di perdita proprio dove il vecchio sistema consentiva maggiori guadagni. Per evitare questo problema il governo interverr� elevando le detrazioni in modo di annullare eventuali perdite sotto i 40-42 mila euro per i dipendenti.

            Che il governo sia al lavoro sui redditi bassi lo testimoniano anche le parole del sottosegretario all�Economia Mario Lettieri, intervenuto ieri a Palermo al congresso dei magistrati tributari. �Prevediamo un bonus per i cosiddetti "incapienti"�, ha dichiarato ieri.

            L�altro emendamento atteso � quello sul Tfr: oggi governo e parti sociali firmeranno l�intesa anche se, dopo i malumori di Confindustria, gli statali sembrano pronti a muovere verso lo sciopero. Occhi puntati, infine, sulla visita di oggi a Roma del commissario europeo, Joaquin Almunia, in Italia per toccare con mano la manovra per il 2007. Almunia vedr� i massimi livelli istituzionali a partire dal presidente della Repubblica Napolitano, per proseguire con Prodi, il ministro dell�Economia Padoa-Schioppa e il governatore della Banca d�Italia Draghi.