“Finanziaria” Sconti ai pensionati

31/10/2006
    marted� 31 ottobre 2006

    Pagina 2 – Primo Piano

    LA CARICA DEGLI EMENDAMENTI DA DESTRA A SINISTRA PI� DI 6000

    Sconti ai pensionati
    E Forza Italia rilancia:
    �Via l’Ici prima casa�

      Il presidente del Consiglio Romano Prodi: �L’Italia nel 2006 crescer� del 2%�

        il caso
        STEFANO LEPRI

          ROMA
          Il governo promette di fare qualcosa di pi� per i pensionati. �Daremo un chiaro segnale in materia di Irpef nella legge finanziaria� annuncia il sottosegretario alla presidenza Enrico Letta ai sindacati dei pensionati dopo la manifestazione di ieri. E’ quello che avevano gi� chiesto i deputati dell’Ulivo, ma indicando una copertura finanziaria – aliquota Irpef al 45% sui redditi pi� alti – che il governo nel suo insieme ha bocciato.

          Di soldi da spostare verso i punti deboli della manovra il governo ne cerca anche altri, per attenuare l’aggravio fiscale sull’apprendistato, per le forze dell’ordine, per gli artigiani. Saranno una ventina gli emendamenti del governo, meno tagli di spesa all’universit� per accontentare il ministro Fabio Mussi, riduzione dei premi Inail perch� l’ente � in attivo, finanziamenti per Venezia.

          Intanto alla Camera impazza la giostra degli emendamenti di bandiera, escogitati da ogni partito, di maggioranza come di opposizione, per far parlare di s�. Poich� ogni nuova spesa, o minore entrata, deve essere coperta, i partiti del centro-sinistra escogitano nuovi balzelli, contro alcool o sigarette, oppure a carico degli alti redditi; quelli del centro-destra propongono tagli di spesa mai osati quando erano al governo.

          Ci sono gli emendamenti di bandiera e quelli corporativi. Forse di tutte l’idea pi� bizzarra, che come altre addossa a tutti i cittadini il peso di interessi circoscritti, � quella della commissione Trasporti: 3 centesimi in pi� di tassa su ogni biglietto aereo per esentare dai tagli di spesa l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo. A favore dell’Eni, per mantenere il suo monopolio sulla rete del gas, convergono gli estremi opposti, con emendamenti simili di Rifondazione comunista e della Lega Nord.

          All’interno del centro-sinistra il vertice di sabato scorso non ha impedito emendamenti con cui vari partiti si smarcano dal governo: Rifondazione per togliere il ticket sul pronto soccorso, il Pdci per una nuova curva Irpef ancora pi� pesante contro i redditi pi� alti con aliquota massima al 47%, la Rosa nel pugno con l’aliquota secca al 20% sui redditi da affitto che rischia di far perdere oltre un miliardo di gettito fiscale, l’Udeur con l’estensione degli assegni familiari ai figli fino a 25 anni.

          La copertura pi� inverosimile � quella mediante �Tobin tax� (l’imposta sulle transazioni valutarie cara ai no-global) nella misura dello 0,01%, escogitata dall’Udeur a copertura di agevolazioni per i genitori di figli handicappati. Quella pi� originale, sempre ad opera dell’Udeur, il Televinco, lotteria con i telefoni cellulari. L’ala sinistra della coalizione punta invece ad accrescere al 23% l’aliquota unica al 20% sulle rendite finanziarie (titoli di Stato, obbligazioni, conti in banca) che, � stato confermato, andr� in vigore dal 1� luglio 2007.

          E poi, naturalmente, alcool e sigarette, utilizzati un po’ da tutti, perch� si suppone che le uniche tasse contro cui nessuno protesta siano quelle che colpiscono i vizi. Alcuni nel centro-sinistra vogliono eliminare il superbollo sui gipponi, il Pdci invece lo desidera raddoppiato e allargato anche a veicoli meno pesanti di quanto previsto finora. Le banche protestano perch� su di loro grava un’aliquota Irap pi� alta rispetto al resto delle imprese, ma sempre i Comunisti italiani gliela vorrebbero aumentare ancora.

          Dal lato dell’opposizione, cavallo di battaglia di Alleanza nazionale sar� l’emendamento per destinare al rimpatrio dei clandestini met� del �fondo di inclusione sociale degli immigrati� caro al ministro di Rifondazione Paolo Ferrero. Forza Italia mira alto, con un emendamento per abolire l’Ici sulla prima casa, che naturalmente data l’enorme perdita di gettito non ha alcuna possibilit� di essere approvato. La Lega Nord riprova ad abolire il canone Rai, idea che per� era stata respinta dagli altri partiti del centro-destra nella scorsa legislatura.

          Poi ci sono i �volenterosi�, tre deputati del centro-sinistra e due del centro-destra: con emendamenti identici puntano sul �contrasto di interessi�, detrazione per le spese di riparazione delle case che incentiverebbe a chiedere la ricevuta fiscale a idraulici, elettricisti, eccetera.