Finanziaria salva cda dell’Enit

10/10/2006
    marted� 10 ottobre 2006

    Pagina 22 -Turismo

      Finanziaria salva cda dell’Enit

        Non � azzerato

          di Andrea G. Lovelock

            Con una precisazione formulata con tempismo da Romolo Guasco, presidente della Litorale spa e tra gli esperti turistici del team del vicepremier con delega al turismo, Francesco Rutelli, � stata smentita la voce di un possibile azzeramento del consiglio di amministrazione dell’Enit.

              Nell’articolo 42 della Finanziaria 2007, infatti, si pu� leggere testualmente che, �in materia di organizzazione del vertice degli enti pubblici non economici, la presidenza e il consiglio di amministrazione degli enti pubblici non economici nazionali sono soppressi, a far data dall’approvazione delle disposizioni di cui al comma 3. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore della presente legge sono presentate ai ministeri vigilanti modifiche delle norme statutarie e dei regolamenti di organizzazione di ciascun ente, che prevedano che le competenze del presidente e del consiglio d’amministrazione sono attribuite, rispettivamente, al direttore generale e a un comitato di gestione composto dai dirigenti di livello apicale dello stesso ente. Negli enti di ricerca � previsto altres� un comitato scientifico’.

                In pochi giorni era dunque circolata la voce che, in base a questa disposizione, anche l’Enit doveva subire la soppressione del suo consiglio di amministrazione. Ma Romolo Guasco ha precisato a ItaliaOggi che �non esiste alcun pericolo di soppressione del cda dell’Enit, semplicemente perch� al comma 5 dell’articolo 42 della Finanziaria viene specificato che le disposizioni �non si applicano all’Istat, alle universit�, agli enti previdenziali, all’Inail e a enti che svolgono attivit� promozionale all’estero, nonch� agli enti i cui consigli di amministrazione siano in parte designati dalle amministrazioni pubbliche regionali o locali o da istituzioni previste da accordi o intese internazionali, e in questo caso rientra ovviamente l’Enit. Siamo stati molto attenti a salvaguardare un organismo come l’Enit, da poco riformato e pronto a essere uno dei protagonisti del rilancio turistico del nostro paese attraverso un attento presidio promozionale dei mercati esteri’.

                  Pertanto il consiglio di amministrazione della nuova Agenzia per il turismo � salvo, cos� come sembra essere certa la nomina a presidente onorario dell’Enit di Paolo Bulgari, gi� presentato dal ministro Rutelli alla Terza conferenza nazionale per il turismo di Pescara, come l’ambasciatore turistico dell’Italia nel mondo. (riproduzione riservata)