“Finanziaria” Padoa Schioppa: «Confindustria sbaglia i numeri»

19/12/2006
    marted� 19 dicembre 2006

    Pagina 2 – Economia/Oggi

      �Confindustria sbaglia i numeri�

        Duro attacco di Padoa Schioppa a Montezemolo: �Vi siete mossi come un partito…�

          di Bianca Di Giovanni/ Roma

          BORDATE �Confindustria � un sindacato e deve tutelare interessi particolari. Credo che in questa vicenda Confindustria si sia comportata pi� come un partito�. � una vera stoccata quella di Tommaso Padoa-Schioppa nei confronti dell’associazione degli industriali guidata da Luca Cordero di Montezemolo. Il ministro parla a Porta a Porta nel giorno in cui il centro studi di Viale dell’Astronomia fornisce le sue stime di Natale. L’anno prossimo il Pil, gi� in discesa rispetto a quest’anno, scender� di ulteriori 0,3 punti per via della manovra. Questo annunciano i tecnici dell’associazione, che stimano un Pil attorno all’1,1% nel 2007, rispetto all’1,4 stimato in precedenza(+1,3% le stime del governo): molto pi� basso dell’1,8% di quest’anno. A soffrire, secondo il centro studi, saranno gli investimenti, e quindi l’export. �Non � il caso di farci prendere dall’entusiasmo – commenta il vicepresidente Andrea Pininfarina – in ogni caso cresciamo a tassi molto pi� bassi dei partner europei�. Secondo gli industriali �si � persa un’occasione per un vero risanamento� che sarebbe dovuto passare per un taglio alla spesa pubblica, piuttosto che un aumento delle entrate. Non una parola sul cuneo fiscale (circa 5 miliardi) elargito alle imprese dalla manovra. Se sono vere le conclusioni degli economisti, evidentemente non serve abbassare le tasse alle imprese per favorire gli investimenti: forse si poteva evitare di chiedere sacrifici al Paese. Si sa che Confindustria considera (oggi) poca cosa quell’intervento (tre punti di Irap in meno), che secondo gli imprenditori sar� indebolito dall’aumento Irap nelle Regioni che sforano la spesa sanitaria. Peccato che quest’ultima misura era stata introdotta da Giulio Tremonti nel silenzio assoluto degli industriali. Se ne sono accorti solo ora?

          Cos� come solo ora parlano di effetti recessivi della Finanziaria, cosa che gi� nel Dpef era stata annunciata. Anche questo nota Padoa-Schioppa commentando le conclusioni degli economisti, che in questo caso non si comportano come tali. �Le valutazioni di Confindustria sembrano fatte a posta per contribuire alle critiche – dichiara il ministro – La valutazione comunque � fuori linea rispetto a quello degli organismi ineternazionali che prevedono una crescita pi� alta di quella stimata da Confindustria�. Ma il titolare dell’Economia non si ferma qui. �La Finanziaria � di crescita. Non � una manovra recessiva – aggiunge – La Finanziaria, quest’anno, in termini di sostegno alle imprese � quella che ha stanziato di pi� rispetto alle manovre degli ultimi anni�.

          L’opposizione naturalmente esulta sui dati di Confindustria (che ricalcano proprio le osservazioni del centro-destra). La maggioranza (con Marina Sereni e il sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento Giampaolo D’Andrea) punta il dito su quelle imprese che intascano miliardi e si lamentano.