“Finanziaria” Meeting per sfoltire i troppi emendamenti

04/12/2006
    domenica 3 dicembre 2006

      Pagina 14- Economia

      LEGGE FINANZIARIA

        Un meeting per sfoltire
        i troppi emendamenti

          Stefano Lepri

            ROMA
            Ha prevalso il timore di farsi sfuggire i manager pi� bravi. Il tetto massimo agli stipendi di 500.000 euro all’anno per gli amministratori di societ� pubbliche (criticato da diversi sindaci) potr� essere attenuato da premi di risultato concessi �per obiettivi annuali, oggettivi e specifici�.

            � un altro emendamento del governo alla finanziaria. Stasera in Senato una nuova riunione tra governo e maggioranza (la �cabina di regia�) cercher� di sfoltire i 1700 emendamenti presentati dai parlamentari dell’Unione in aggiunta ai 169 del governo e ai 48 del relatore.

            Proprio nel giorno dei grandi cortei della destra, il relatore di maggioranza Gianfranco Morgando (Ulivo) vede invece un segno distensivo, �di seriet� da parte dell’opposizione: il numero di subemendamenti presentato, 146, � �ragionevole�, dunque �si vuole discutere�. Il nodo pi� importante � quello della rottamazione dell’auto, con i Verdi che insistono per concedere un incentivo a chi l’auto inquinante la rottama senza acquistarne una nuova.

            L’ala sinistra della maggioranza preme per una pi� larga stabilizzazione dei precari nella pubblica amministrazione: occorrono per�, avverte Morgando, �scelte di riorganizzazione che non ci mettano poi nella condizione di assumere altri precari�.

            Da definire meglio l’emendamento sulle concessioni che preoccupa la societ� Autostrade; bench� il ministro Antonio Di Pietro giudichi tutto risolto, il presidente della commissione Bilancio Enrico Morando vede necessario �un supplemento di analisi�.

            L’aliquota ribassata al 20% sui redditi da affitto potr� essere per il momento concessa solo su scala sperimentale e ridotta: �C’� una speranziella – dice Morando – magari in stile Zapatero: potremmo pensare di limitare la platea, partendo dalle giovani coppie�. L’idea era stata pensata con il doppio scopo di calmierare il mercato e di far emergere l’evasione; ma gli studi hanno concluso che l’evasione non emergerebbe, per cui la perdita di gettito sarebbe di 1,5 miliardi almeno.

            E nonostante le tasse, la Confcommercio (che pure di polemica contro la finanziaria ne ha fatta parecchia) intravvede un Natale un po’ pi� ricco �rispetto al grigiore del biennio 2004-05� con �oltre 15 miliardi di maggiori acquisti di beni alimentari e non�, ossia lo 0,5 in pi�.

            Per i regali, �in testa i tecnologici, telefonini, navigatori satellitari, I-Pod; stabili abbigliamento, gioielli e giocattoli�; per i viaggi, a Natale �preferite le mete nazionali�, a Capodanno �capitali europee e localit� sciistiche di confine, in crescita le crociere�.

            Non demorde dalla protesta anti-fisco la Cgia (artigiani) di Mestre: dalle misure anti-evasione deriverebbe un onere medio di 75 euro ciascuno per i contribuenti.

            Nella lista delle incombenze �costose� sono enumerati l’obbligo di indicare nella dichiarazione dei redditi i dati precisi dei pagamenti Ici sugli immobili e il codice fiscale del coniuge che percepisce alimenti.