“Finanziaria” Epifani: Confindustria voleva una stangata solo sui lavoratori

13/10/2006
    venerd� 13 ottobre 2006

    Pagina 7 – Economia

      CGIL

        Epifani: la Confindustria voleva
        una stangata solo sui lavoratori

        �Non si � mai vista la Confindustria difendere i titoli di propriet� dei lavoratori�. Cos� il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, risponde alle critiche dell’organizzazione degli industriali sulla mancata difesa del Tfr da parte del sindacato. Secondo Epifani, infatti, �monter� la protesta e non perch� il Tfr � stato scippato ai lavoratori. � chiaro il gioco che c’� dietro: si aspettavano una finanziaria diversa che facesse cassa con le pensioni e che tagliasse sul pubblico e sul Welfare. Ho sentito tre volte con le mie orecchie – ha continuato Epifani – Montezemolo chiedere perch� mai si assumessero tutti questi insegnanti che sono anche un po’ decotti�. Partecipando ad un’assise dell’ala sinistra della Cgil �Lavoro e Societ� – Cambiare Rotta� Epifani ha quindi aggiunto: �si erano immaginati una finanziaria “Bengodi” in cui potevano prendere a scapito nostro e si muovono per far fare al centrosinistra ci� che non ha fatto il centrodestra�.

        Ma non mancano le critiche anche nei confronti di alcune scelte del governo: �Quello che manca in questa finanziaria � il cuore, il senso del progetto e il perch� si fa questa manovra – ha detto infatti Epifani – c’� equit� e c’� un segno diverso che si avverte�. Secondo Epifani infatti manca l’idea cui questa manovra si collega: �se ci fosse questa, anche le cose che non vanno le metterei in ordine diverso�. Il leader della Cgil ha ricordato che questa carenza � stata evidenziata anche da Ciampi: �C’� chi la chiama missione, altri in modo diverso: pu� sembrare poco ma il collante che manca al progetto darebbe anima e senso di respiro ad una legislatura di governo�. Oltre ai rilievi gi� mossi su alcune delle misure contenute nel provvedimento, il leader della Cgil ha detto di ritenere sbagliata la moltiplicazione dei ministeri: �non si capisce proprio che bisogno c’era di dividere le infrastrutture e i trasporti, e le politiche sociali dal welfare�. Quanto alla nuova normativa sulle successioni, Epifani ha sottolineato che il programma dell’Unione indicava la possibilit� di nuove imposte solo su grandi patrimoni. �Non si pu� dire di voler aumentare le imposte solo ai ricchi e poi rivalersi sulla prima casa�.