“Finanziaria” Commercianti e pensionati uniti dalla piazza

24/10/2006

    marted� 24 ottobre 2006

    LA STRANA COPPIA DEGLI ULTIMI DELUSI: SCIOPERO E MANIFESTAZIONI CONTRO LA MANOVRA

    Commercianti e pensionati uniti dalla piazza

      Francesco Spini
      inviato a VARESE

      �Mettiamola cos�: se i pensionati mi invitano, sono pronta a scendere in piazza al loro fianco. Dopotutto, perch� no?�. Per Michela Vittoria Brambilla, capelli rossi che pi� rossi non si pu�, alla guida dei giovani imprenditori di Confcommercio, la piazza non � un tab�: �Si figuri, gi� a 13 anni scendevo per le strade a Lecco, nelle mie prime manifestazioni animaliste, mi attaccavo alle signore in pelliccia, gridando: “Lei indossa un cadavere, si vergogni…”�. Con i suoi 250 mila iscritti, scalpita. E anche quando ieri le agenzie battono la notizia che pure i pensionati di Cgil, Cisl e Uil sono pronti alla protesta plateale contro la Finanziaria, lei applaude. �Visto? Alla fine questa Finanziaria � riuscita a scontentare tutti. Sono proprio i giovani, con le loro imprese, che dovranno portarsi sulle spalle le scelte sbagliate di questa manovra, le stesse che oggi pagano anche i pensionati�.

      Eccola la strana coppia: piccoli imprenditori e pensionati. I primi al debutto nel calcare i sanpietrini, gli altri allenati alla protesta nei momenti caldi del Paese. Oggi i pensionati rivendicano misure a effetto immediato per i loro redditi, �occorre che siano inseriti – dicono -, oltre all’aumento dello stanziamento per il Fondo per la non autosufficienza, misure per gli incapienti, parificazione delle detrazioni fiscali tra lavoratori e pensionati, e ulteriori detrazioni per le persone ultra 75enni�.

      Le motivazioni dei commercianti sono altre. Ieri, nel corso di un forum organizzato dai �giovani� a Varese, � giunto l’ennesimo �no� alla manovra del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Rumori in sala sulla revisione degli studi di settore, sulle tasse in aumento, sulla manovra �che premia solo le grandi imprese�, e via dicendo. Ma gli under 40 dell’organizzazione vanno oltre. �Il governo si � dimenticato di noi, poich� in questa – dice dal palco Brambilla – come purtroppo nelle precedenti Finanziarie, non � previsto alcun investimento alla voce “sostegno giovani e giovani imprese”�. Motivazioni speculari ai pensionati, dunque complementari.

      Difficile che la strana coppia marci a braccetto. Punto primo: � questione di date. Sangalli, di fronte allo scalpitare dei giovani (�i miei sono letteralmente neri di rabbia, tutti che mi chiedono di manifestare�, assicura la Brambilla), chiede che anzitutto supportino l’organizzazione nei suoi prossimi appuntamenti istituzionali di qui al 14 novembre. �E noi ci saremo – assicura la Brambilla -. Invece la nostra manifestazione, organizzata assieme ai giovani di Confartigianato, si terr� nel giro di un mese, a Milano�. Quella dei pensionati sar� invece luned� a Roma. Il secondo ostacolo? Basta provare a chiedere alla Brambilla chi evade le tasse in questo benedetto Paese. �Tutti pensano, sbagliando, a noi. Invece pochi notano che ci sono due milioni e 600 mila lavoratori dipendenti che arrotondano in nero. Lo stesso vale per i pensionati�. Idillio finito, la strana coppia � bell’e sciolta.