“Finanziaria” Atkins: «Era meglio come banchiere»

02/11/2006
    gioved� 2 novembre 2006

    Pagina 3 – Primo Piano

    RALPH ATKINS - L’AUTORE DEL SERVIZIO: �SA QUELLO CHE DEVE FARE, MA IL MESTIERE DI MINISTRO � COMPLICATO�

      �Era meglio come banchiere�

        Intervista
        GIANLUCA PAOLUCCI

          �� intelligente�, � perfino �smart�. Ma fare il banchiere centrale in Europa �� un mestiere diverso dal fare il ministro in Italia�. Per Ralph Atkins, capo dell’ufficio di Francoforte del Financial Times, a condannare Tommaso Padoa Schioppa come ministro delle finanze, pi� che i numeri � il suo lavoro come politico.

          Mr. Atkins, lei � l’autore del pezzo che mette Padoa Schioppa all’ultimo posto tra i dodici ministri dell’area Euro. Perch� un voto cos� basso?

            �Abbiamo fatto due cose: da un lato una sorta di test economico, che poi � il cuore del nostro esercizio. � un tentativo di trovare dei parametri oggettivi, scientifici, per giudicare un ministro dell’economia�.

            Anche qui l’Italia non � andata bene, decima su dodici.

              �Dall’altro abbiamo fatto un sondaggio tra i nostri corrispondenti nei vari Paesi per verificare l’efficacia dell’azione politica di ciascun ministro�.

              E qui � ultimo. Pare di capire che c’� un giudizio diverso tra il Padoa Schioppa economista e quello che fa il politico.

                �Quello che abbiamo fatto sono due test diversi, uno economico ed uno politico. Uno � andato meglio ed uno � andato peggio�.

                Ma secondo lei Padoa Schioppa riuscir� a fare le riforme che la comunit� finanziaria richiede all’Italia?

                  �Non me la sento di dare giudizi sulla politica italiana. Questo esercizio lo abbiamo fatto anche per suscitare un dibattito, sul come giudicare con criteri oggettivi l’operato di un ministro delle finanze. � questo quello che di interessava�.

                  Il quadro economico europeo adesso � favorevole per fare riforme strutturali incisive.

                    �Si, certo, ci sono delle condizioni favorevoli in tutta Europa. Come dicevo, con questo esercizio noi vogliamo sollevare un dibattito, magari dare un piccolo incentivo per fare quello che sanno di dover fare e rendere le prospettive ancora migliori�.

                    Oggi in prima pagina del vostro giornale c’� Prodi che sorride per le prospettive di miglioramento della crescita e a pagina tre la sua pagella. Non sono in contraddizione le due immagini?

                      �Solo apparentemente. Se l’economia cresce velocemente non significa che continuer� ad andare cos� per sempre. Per assicurarsi che la crescita continui nel lungo periodo serve un lavoro, serve una controllo severo della finanza pubblica, rigore fiscale e altro�.

                      Qual’� il suo giudizio personale su Padoa Schioppa?

                        �Molto intelligente e capace, di certo sa quello che deve fare. Io l’ho conosciuto quando era alla Bce. Quello che sta facendo adesso per� � un altro lavoro�.