“Finanziaria” Arriva la fiducia sulla manovra

15/11/2006
    mercoled� 15 novembre 2006

    Pagina 2 – Economia

      Arriva la fiducia sulla manovra

        Niente tassa sul turismo. Auto, rispunta la rottamazione

          Alleggerita la tassa di scopo per i comuni. L�Unione: successione anche per le coppie di fatto
          Corsa contro il tempo alla Camera dalla Cdl 4 mila emendamenti Chiti: no all�esercizio provvisorio
          Per la ricerca 110 milioni in pi�, ma la Rosa nel pugno non scioglie la riserva

            ROBERTO PETRINI

            ROMA – Dietrofront del governo sulla tassa di soggiorno, alleggerita la tassa di scopo. Mentre arrivano 110 milioni per la Ricerca e torna la rottamazione per auto e moto volta a favorire l�acquisto di veicoli ecologici. Ennesima giornata campale ieri per la Finanziaria 2007: un pachiderma da 217 articoli che cammina a passo lento nell�aula di Montecitorio. �Se si tratter� di evitare l�esercizio provvisorio, non esiteremo a porre la fiducia�, ha annunciato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Chiti. Cos� la questione di fiducia sar� posta domani con il varo di un maxiemendamento da 1.000 commi da parte del consiglio dei ministri. Il bilancio fino ad oggi del resto � magro: sono stati votati solo 210 emendamenti, approvati una decina di articoli e in campo ci sono 2.500 emendamenti e 1.600 subemendamenti dell�opposizione. Inoltre gioved� prossimo scadono i 45 giorni assegnati alla Camera per approvare il provvedimento: successivamente il tempo per il Senato si far� pi� breve e si potrebbe rischiare l�esercizio provvisorio.

            L�evento pi� clamoroso � la decisione di cancellare la cosiddetta imposta sul turismo (fino a 5 euro a notte per alberghi e altre strutture) che aveva provocato una vera e propria levata di scudi all�interno della maggioranza e tra le categorie interessate. La tassa era contenuta nella versione iniziale della Finanziaria, nei giorni scorsi il governo aveva varato un emendamento con l�obiettivo di alleggerirla per i piccoli Comuni e gi� luned� dalla maggiorana era filtrata l�ipotesi di ridurla ulteriormente. Ieri il colpo di scena con la cancellazione, avvenuta accogliendo alla unanimit� un emendamento dell�Udc. �Scelta molto saggia�, ha commentato il vicepremier Rutelli. L�opposizione ha considerato la retromarcia una propria vittoria, contraria invece l�Anci.

            Correzione di rotta anche sulla tassa di scopo (un aumento dell�Ici dello 0,5 per mille per finanziarie opere pubbliche comunali): anche in questo caso l�emendamento, presentato dal governo, � stato sollecitato dall�Udc, prevede che siano previste esenzioni per particolari categorie e esenzioni sotto i 20 mila euro di reddito (quest�ultima cifra � dovuta ad un emendamento della Lega).

            Mentre i fondi del 5 per mille andranno a finanziare anche la ricerca, dopo le polemiche dei giorni scorsi l�8 per mille (cio� il finanziamento dei contribuenti alle confessioni religiose) torna alle origini: servir� per scopi sociali e i suoi fondi non potranno essere pi� stornati (come � accaduto) per missioni militari come l�Iraq.

            La maggioranza – lo ha annunciato il sottosegretario al Tesoro Grandi – sembra anche orientata a reinserire in manovra, forse al Senato, misure per favorire la rottamazione e gli acquisti di nuove auto (forse reintroducendo l�esenzione biennale dal bollo).

            L�atteso incontro di ieri tra il ministro Mussi e il collega dell�Economia, Padoa Schioppa, ha portato 110 milioni di euro in pi� per la ricerca. La Rosa nel pugno che aveva annunciato l�astensione per protesta non � ancora tornata sui propri passi.

            Infine in Finanziaria si affacciano le unioni di fatto: l�Unione al Senato vuole votare un ordine del giorno che estenda le regole della tassa di successione anche ai Pacs.