“Finanziaria 3″ Lavoro e famiglia

17/12/2004

    venerdì 17 dicembre 2004

    LAVORO E FAMIGLIA

    Rafforzati gli organici di polizia e carabinieri

    Via libera all’assunzione di 1324 agenti di polizia e di 1400 carabinieri per un incremento complessivo del personale di 2724 unità da realizzare entro il 2006. Saranno inoltre assunti 500 Vigili del fuoco. In arrivo anche 92 milioni per la lotta al terrorismo.

    FORESTALI
    Per i forestali della Calabria arrivano 160 milioni, prevista anche la nomina di un commissario straordinario.


    LSU
    I fondi complessivi a favore dei lavori socialmente utili salgono da 531 a 688 milioni, compresi quelli per Napoli e Palermo.


    BRACCIANTI AGRICOLI
    Tolti i tagli di 70 milioni ai braccianti agricoli (indennità di disoccupazione e maternità).


    CASSA INTEGRAZIONE
    A carico del fondo per l’occupazione vengono stanziati 310 milioni da destinare entro il 2005 alla concessione di cigs e mobilità, disoccupazione per la gestione di crisi occupazionali attraverso accordi raggiunti entro il 30 giugno 2005. Richiesto però un taglio del 10% dei soggetti interessati e del 10-30% delle risorse.


    ASSEGNO CASALINGHE
    L’assegno per il coniuge a carico, per i dipendenti a basso reddito, non sarà più nella busta paga del marito ma dovrà essere versato direttamente alla moglie-casalinga che quindi potrà gestirlo in modo autonomo.


    FIGLI CON HANDICAP
    Ripristinati 300 milioni di euro che finanziavano il congedo retribuito fino a due anni per i genitori di ragazzi con gravi handicap (previsto dalla Finanziaria del governo Amato).


    ADOZIONI INTERNAZIONALI
    Sarà istituito un Fondo di 10 milioni per sostenere le famiglie.


    CESSIONE DEL QUINTO
    Arriva anche per i privati la cessione del quinto dello stipendio, una forma di prestito a basso costo che finora riguardava i soli dipendenti pubblici. Sarebbero banche e assicurazioni a poter rilasciare prestiti che non devono superare il valore del quinto dello stipendio moltiplicato per 12 mesi. La norma servirebbe anche a rilanciare i consumi.


    SCOMMESSE
    La giocata minima rimane a 3 euro, ma per poste più alte l’incremento minimo sarà di 1 euro e non di 3.


    MULTE AI FUMATORI
    Aumentano del 10% le sanzioni per chi accende una sigarette dove è vietato.