FILCAMS CGIL SICILIA, IL NUOVO DECRETO SULLE TARIFFE SANITARIE SCARICA I COSTI SUI LAVORATORI

18/02/2013

18 febbraio 2013

Filcams Cgil Sicilia, il nuovo decreto sulle tariffe sanitarie scarica i costi sui lavoratori

Il 9 Febbraio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia il decreto a firma dell’Assessore alla Salute Lucia Borsellino che prevede il ripristino dei valori tariffari delle prestazioni dei laboratori di analisi del cosiddetto “Decreto Bindi” del 2007.
Le nuove tariffe massime sono inferiori di circa il 50% rispetto a quelle finora applicate dai laboratori di analisi e il decreto firmato dalla Borsellino ha effetto retroattivo: in poche parole i laboratori dovranno restituire le somme in più percepite attraverso le vecchie tariffe dal 2007 ad oggi.

Per gli oltre 400 laboratori di analisi arriva dunque una vera e propria stangata in quanto saranno costretti a restituire circa il 50% delle prestazioni fornite dal 2007 ad oggi, decine di milioni di euro.
I lavoratori del settore sono diverse migliaia in tutta la Sicilia e svolgono quotidianamente un servizio sanitario fondamentale per i cittadini siciliani e non possono essere tenuti fuori dalla discussione.

La Filcams Cgil Sicilia, che rappresenta i lavoratori dei laboratori di analisi e degli studi di radiologia, non appena trapelata la notizia ha chiesto all’assessore Lucia Borsellino un incontro in merito alle ricadute occupazionali che potrebbero verificarsi con conseguenze negative per l’intera economia siciliana.

“Chiediamo all’Assessore Borsellino di convocare immediatamente le rappresentanze dei lavoratori – ha dichiarato la Segretaria Generale Monica Genovese della Filcams Cgil Sicilia – e far ripartire la discussione del tavolo tecnico alla presenza di tutte le parte sociali e non solo con i rappresentanti delle aziende. I lavoratori non possono essere solo utilizzati strumentalmente dagli studi che minacciano la chiusura o il licenziamento in massa dei dipendenti ma devono essere parte attiva di un processo di riforma partecipato del settore.

La Filcams Sicilia attraverso le sue strutture provinciali è a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito alla questione e comunicherà l’esito dell’incontro con l’Assessore Borsellino attraverso la promozione di assemblee dei lavoratori del settore ed attraverso la mail dedicata studi professionalisicilia@gmail.com e l’account facebook dipendenti studi professionali Sicilia.